Contenuto sponsorizzato

Incidente a Cima Tosa, alpinista ricoverato all'ospedale di Trento

L'alpinista ha riportato dei politraumi dopo una caduta nella discesa dalla vetta di Cima Tosa nelle Dolomiti di Brenta. Necessario l'intervento dell'elisoccorso

Nucleo Soccorso Alpino di Campiglio (foto Ilaria Agnelli)
Pubblicato il - 11 agosto 2016 - 18:02

MADONNA DI CAMPIGLIO. Intorno alle 14 l'elicottero e gli uomini del Soccorso alpino trentino della Zona Adamello Brenta sono intervenuti per prestare soccorso a un turista caduto per circa quattro metri mentre scendeva lungo il cosiddetto "camino" della via normale a Cima Tosa nelle Dolomiti di Brenta.

 

L'infortunio dell'alpinista è avvenuto in fase di discesa una volta arrivato alla base del camino e dopo aver già raggiunto quindi la cima della vetta. Nella caduta l'uomo ha riportato dei politraumi. Provvidenziale la telefonata al 118 da parte dell'amico presente al momento dell'infortunio. L'alpinista, recuperato con l'ausilio del verricello dal personale dell'elicottero con a bordo il tecnico di Elisoccorso del soccorso alpino e il personale medico, è stato portato all'ospedale di Trento. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato