Contenuto sponsorizzato

Maestri di sci abusivi, multato 43enne

A rilevare l'irregolarità sono stati i Carabinieri di Madonna di Campiglio  che stanno effettuando dei controlli sulle piste da sci con i propri servizi di vigilanza e soccorso sulle piste della Val Rendena.

Pubblicato il - 03 febbraio 2017 - 09:41

VAL RENDENA. Stava tenendo una lezione di sci senza averne l'autorizzazione. Ha dovuto pagare una sanzione di 200 euro un uomo di 43 anni polacco che nel comprensorio Grostè stava impartendo una lezione ad un gruppo di giovani, una decina in tutto, connazionali.

 

A rilevare l'irregolarità sono stati i carabinieri di Madonna di Campiglio, dipendente dalla Compagnia Carabinieri di Riva del Garda, che come ogni anno stanno effettuando una serie di controlli sulle piste da sci con i propri servizi di vigilanza e soccorso sulle piste della Val Rendena.

 

L’autorizzazione per impartire lezioni di sci viene rilasciata dalla Provincia Autonoma di Trento, previa richiesta trenta giorni prima dell’arrivo, agli istruttori che non sono in possesso dell’abilitazione nazionale.

 

L'uomo, privo di questa autorizzazione, ha pagato immediatamente la sanzione e la lezione è stata interrotta definitivamente, così il gruppo è stato costretto a ritornare a Pejo, dove sono alloggiati in questo periodo di vacanza. In tutto sono stati controllati sette gruppi, di cui 6 risultati in regola.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato