Contenuto sponsorizzato

Parcheggiatori abusivi al Santa Chiara, continuano i disagi dei cittadini

Nelle ultime settimane molte le segnalazioni dei cittadini vittime della "persecuzioni" di questi parcheggiatori. Interviene la Lega Nord: "Il Comune di Trento aveva detto che il problema era stato risolto. Ora si intervenga immediatamente"

Di gf - 26 febbraio 2017 - 08:39

TRENTO. Neanche il tempo di parcheggiare l'auto e chiuderla a chiave che si avvicina un uomo per chiedere dei soldi.

 

E' una scena ormai diventata normalità quella che si può vedere quotidianamente nel parcheggio dietro l'ospedale Santa Chiara dove ormai da diversi mesi i cittadini sono costretti a sopportare la pressione dei cosiddetti “parcheggiatori abusivi” che lasciano parcheggiare solo dietro un corrispettivo in denaro.

 

Il problema in passato era stato sollevato in Consiglio comunale dalla Lega Nord attraverso una interrogazione sottoponendolo all'assessore Maria Chiara Franzoia.

 

Così, però, non è stato ed ecco che nelle ultime settimane sono state molte le segnalazioni dei cittadini vittime della “persecuzione” di questi parcheggiatori abusivi che non lasciano la presa fino a quando non si mette mano al portafoglio.

 

Lo schema è sempre lo stesso. Due o tre persone si posizionano all'interno del parcheggio che si trova accanto al parco Gocciadoro. Appena vedono arrivare un'auto con zelo si rendono immediatamente visibili e indicano all'automobilista quali sono i parcheggi liberi. Terminato questo servizio, però, attendono la ricompensa.

A poco, purtroppo, sono serviti i servizi di controllo svolti dalla Polizia locale. I parcheggiatori abusivi, infatti, alla vista degli agenti scompaiono per ritornare poco dopo che le vetture della polizia si allontanano.

“Queste persone oltre a creare disagio per i cittadini stanno prendendo in giro anche le Forze dell'ordine” hanno affermato il consigliere della Lega Nord Devid Moranduzzo e la capogruppo in Consiglio comunale Bruna Giuliani che nei giorni scorsi si sono presentati nel parcheggio per verificare quello che stava accadendo.

 

“Sono diversi i cittadini – hanno affermato i due leghisti – che hanno segnalato questo problema e la situazione è ormai diventata insostenibile. E' un problema che l'Amministrazione comunale deve risolvere. Presenteremo un altro documento in Consiglio”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

25 novembre - 09:37

Nell’incendio che ha distrutto la loro casa, la famiglia, con quattro figli minorenni, ha perso tutto. Via social è stato lanciato un appello per aiutarli: “C’è veramente bisogno, si cercano soprattutto vestiti per bambini di 5, 7, 14 e 15 anni”

25 novembre - 08:56

La 73enne Iolanda Balzano si è spenta dopo aver lottato contro il coronavirus: madre di quattro figli, nonna e bisnonna si era candidata in sostegno di Franco Ianeselli nelle ultime elezioni comunali. Il figlio: “Una manciata di giorni ti hanno portata via da quella quotidianità che vivevi con la forza e il coraggio”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato