Contenuto sponsorizzato

Pergine, arrestato topo d'appartamento

 Il riconoscimento è avvenuto per alcuni furti degli ultimi giorni ed è stata predisposta la misura di restrizione

Pubblicato il - 31 gennaio 2017 - 10:35

PERGINE. Dai carabinieri della Stazione di Pergine Valsugana è stato arrestato in flagranza di reato Diego Fedel, classe '75, trentino, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, con recidiva infra-quinquennale.

L'individuazione è avvenuta anche grazie alla collaborazione dei cittadini. L'uomo stava passeggiando con uno zainetto sulle spalle tra le Frazioni Madrano e Casalino dopo che, al mattino, la comunità si era allarmata per l'ennesimo “colpo” in quell’area.

 

Ad inchiodarlo un mazzo di chiavi del magazzino di un'abitazione appena vistata, alcune rifurtive e gli attrezzi da scasso. Il riconoscimento è avvenuto per alcuni furti degli ultimi giorni ed è stata predisposta la misura di restrizione.

La ricostruzione dei fatti del 24 gennaio vide scappare l'uomo dall’interno dell’abitazione in cui era stato sorpreso spintonando la proprietaria pensionata.

 

Proseguono intanto i pattugliamenti dei Carabinieri (Stz. Pergine e Radiomobile di Borgo V.na) per raccogliere ulteriori elementi del modus operandi individuato. “Ai cittadini – spiegano in una nota i Carabinieri - si chiede la collaborazione di sempre, con piccole accortezze di auto-tutela della proprietà”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 16:03

Si tratta di una coppia, tutti i colleghi sono stati sottoposti a tampone al laboratorio dell'Azienda sanitaria e sono risultati negativi. La Mach: ''E' la dimostrazione dell’efficacia dei protocolli antiCovid 19 adottati" ed interviene anche il direttore dell'Apss che ha precisato come il contagio non possa essere avvenuto all’interno dei luoghi di lavoro

22 ottobre - 16:05

E' indubitabile il fatto che la scelta a Trento faccia storia. Ma è altrettanto indubitabile il rischio di inciampare nella retorica etnica per pubblicizzare un inedito istituzionale che è rilevante solo se non lo si considera “anormale”. La laurea, il dottorato, i traguardi raggiunti nelle conoscenze di sociologia, economia e finanza, le lingue parlate e il percorso in Trentino

22 ottobre - 13:19

Una proposta semplice quanto efficace che permetterebbe agli esercenti di ''salvare'' la stagione come avvenuto in estate tra plateatici allargati e tavolini all'aperto. Con il freddo si dovrebbe, altrimenti, tornare al chiuso ma tra regole sul distanziamento e la paura del ritorno del Covid-19 il rischio che gli spazi coperti restino semi-vuoti appare molto concreto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato