Contenuto sponsorizzato

Ponte Immacolata, aumentano gli arrivi del 5%. In città già oltre mille camper. I consigli per domani

Parcheggi a pagamento in città pieni. Sul Monte Bondone l'innalzamento delle temperature  e la forte inversione termica prevista fino a lunedì non permettono l’apertura delle piste Lavaman e 3-Tre Vaneze.

Pubblicato il - 10 dicembre 2016 - 18:53

TRENTO. Complici le prime nevicate, l'apertura degli impianti sciistici e i mercatini di Natale, la nostra Provincia fa segnare un'ottima apertura di stagione invernale. Il Ponte dell'Immacolata, infatti, ha fatto segnare in aumento del 5% gli arrivi dei turisti.

 

La conferma arriva dalla rilevazione della Autobrennero sul traffico in arrivo sul Trentino: rispetto al 2011 - anno in cui la festività cadde proprio di giovedì, proponendo così il ponte di quattro giorni - il numero di automobili arrivate in Trentino fa segnare un incremento di 5 punti percentuali.

 

Per quanto riguarda la città di Trento, nella giornata di oggi la viabilità è stata scorrevole. Alcuni intoppi si solo avuti solo alla rotatoria di San Lorenzo verso via Monte Grappa per il carico e scarico turisti. I parcheggi a pagamento della città sono risultati tutti pieni mentre nelle scuole solo il 10% dei stalli è rimasto libero. Nell'arco della giornata sono gravitati sulla città circa 1100 camper, 600 in mattinata e 500 nel pomeriggio. Parcheggi pieni anche per i pullman.

 

Un flusso di turisti continuo che se da un lato fa sorridere gli operatori turistici, dall'altro mette in guardia per quanto riguarda l'allerta traffico per la giornata di domani, quando sono previsti i rientri dalle località turistiche del Trentino e dell'Alto Adige.

 

Nel 2011, anno di riferimento, l'A22 registrò, a partire dalle ore 11 fino in serata, dei rallentamenti tra i caselli di Bolzano e Rovereto Sud. In previsione del traffico di rientro, nella giornata di domani è prevista in Trentino l'attivazione di una unità di coordinamento che raccoglie i servizi della Provincia autonoma di Trento, forze dell'ordine, A22, Protezione civile, Vigili del fuoco permanenti e volontari, e Nuvola.

 

I CONSIGLI

 

A partire della prime ore della mattinata la rete viaria sarà monitorata in tempo reale, così da gestire al meglio i picchi di traffico che si verificheranno presumibilmente a partire dalla tarda mattinata in autostrada e dalle 13 sulla rete viaria provinciale.

 

Il consiglio rivolto agli automobilisti e turisti è di evitare di mettersi in movimento a partire dalle 13: per chi rientra l'indicazione è di anticipare alla mattina (dalle ore 7 alle 10) la partenza oppure rimandarla al tardo pomeriggio dalle 18 in poi.

 

In generale è consigliabile evitare di transitare nel pomeriggio di domani lungo la valle dell'Adige e, se possibile, scegliere altre direttrici per il ritorno a casa: Valsugana per il Veneto, Giudicare e Storo per la Lombardia. 

 

 

MONTE BONDONE

 

Contrariamente alle iniziali previsioni, per la giornata di domani non sarà possibile aprire il collegamento sci ai piedi con Vaneze e, di conseguenza, la seggiovia “3-Tre” rimarrà chiusa. L’innalzamento ulteriore delle temperature nella giornata di oggi e la forte inversione termica prevista fino a lunedì non permettono l’apertura delle piste Lavaman e 3-Tre Vaneze.

 

Visto inoltre che da martedì è ipotizzato un abbassamento delle temperature si preferisce preservare il piano sciabile di entrambe le piste per permettere un’apertura in sicurezza nei primi giorni della prossima settimana.

 

Piste da sci aperte sono: Diagonale Montesel (blu), Cordela (blu) e Campo Scuola Primi Passi Vason . Impianti aperti sono invece la Seggiovia Montesel e la Seggiovia Palon

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 17:29

Numeri che comunque preoccupano, il Trentino peggior territorio d'Italia nell'ultimo report dell'Iss. Nel pomeriggio in Provincia, i rappresentanti della Giunta hanno convocato la task force per un ulteriore aggiornamento sulle strategie diagnostiche e sulla situazione Covid nelle scuole

28 settembre - 16:34

Per quando riguarda la pandemia in Veneto, ad oggi sono 90 scuole con almeno un positivo. Il governatore: '' Situazione sotto controllo ma si sta abbassando l'età dei contagi. Per uscire da questo casino dobbiamo indossare la mascherina''

28 settembre - 11:49

Ieri altri due istituti superiori con positivi e anche un bimbo di un asilo. I contagi nelle ultime 24 ore sono 25 e quasi 1600 le persone che in Alto Adige si trovano in isolamento domiciliare 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato