Contenuto sponsorizzato

Tre chili di cocaina nello zaino e nella pancia, recuperati gli ovuli ingoiati e arrestata per spaccio

L'operazione portata a termine dalla questura di Trento. La donna è stata fermata alla stazione dei treni, portata in ospedale e poi arrestata

Pubblicato il - 08 dicembre 2016 - 14:24

TRENTO. Una donna di quarant'anni di origini nigeriane residente a Parma aveva con sé 3 chili di cocaina, 2.800 grammi nello zaino e 200 grammi nella pancia.

 

E' stata fermata dalla Squadra mobile della questura di Trento e dagli agenti della Polizia ferroviaria presso la stazione dei treni all'interno degli accertamenti che in questi giorni sono aumentati in occasione dei mercatini, richiamando rinforzi in città per presidiare al meglio il centro storico.

 

Il forte odore di caffè che emanava dallo zaino della donna ha fatto insospettire i poliziotti: il caffè è infatti spesso usato per il suo forte aroma per nascondere ai cani l'odore della sostanza stupefacente.

 

Durante la perquisizione dello zaino è stata rinvenuta la maggior quantità, 2.800 grammi, ma per arrivare ai 3 chili sono stati anche considerati gli ovuli che la donna ha ammesso di aver ingoiato.

 

“La donna – scrive la nota della questura – veniva accompagnata presso il locale ospedale dove veniva recuperata la restante droga”.

 

Dopo il recupero l'arresto, “per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente”. I tre chili di cocaina sono stati sequestrati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 05:01

Le esternazioni del presidente del Mart, come quella sul Covid-19 e "Il virus del buco del culo" o "L'evasore fiscale è un patriota", erano state oggetto di diverse interrogazioni da parte delle minoranze. Consiglieri bollati dal critico d'arte come "depensanti" in qualche occasione e che non ha mai mancato di rispondere, anche duramente, alle varie sollecitazioni

30 settembre - 17:05

L’assessore all’ambiente chiede una revisione della direttiva europea Habitat, per la conservazione della fauna selvatica. L’intenzione sarebbe quella di eliminare alcune tutele giudicate “eccessive”, la Pat: “Il lupo non può più essere considerato una specie a rischio estinzione”

30 settembre - 16:13

La Polizia locale ha voluto ribadire la propria posizione. Lo skateboard era dotato di motore elettrico, motivo per cui assumeva le caratteristiche di veicolo a motore per il quale il codice della strada richiede l’obbligo di immatricolazione, con rilascio del relativo certificato di circolazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato