Contenuto sponsorizzato

Un'altra auto rischia di finire finire in uno dei canali de Le Albere

L'incredibile incidente è successo a due vetture in meno di 24 ore. Nel caso di questa sera l'uomo non si sarebbe accorto del fiumiciattolo  

L'incidente di questa sera
Pubblicato il - 14 gennaio 2017 - 18:55

TRENTO. Sembra incredibile, ma è successo di nuovo. In meno di 24 ore due macchine hanno rischiato di finire in uno dei canali del quartiere Le Albere. Ieri sera a causare l'incidente era stata, quasi certamente, la neve.

 

Una ragazza nonostante la frenata è andata dritta finendo per sfiorare l'acqua del fiumiciattolo voluto da Renzo Piano con la ruota anteriore del guidatore.

 

L'incidente di ieri sera
L'incidente di ieri sera

 

Questa sera è toccato a un Suv bianco rischiare il tuffo nell'acqua gelata. Nel tentativo di fare manovra sembra che l'autista non si sia accorto del canale e ci sia finito dentro con la ruota anteriore destra. L'incidente si è verificato nello stesso punto di ieri sera davanti alla Buc, la nuova biblioteca universitaria e anche in questo caso non ci sono stati feriti e nemmeno danni, né all'auto né al canale

 

Insomma l'area comincia finalmente ad essere frequentata e piano, piano cominciano ad esserci anche i primi, piccoli, inconvenienti.

 

Un'altra immagine dell'incidente di questa sera

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato