Contenuto sponsorizzato

“Riva del Garda non si arrende”, confermata la Notte di Fiaba in versione “Remix”: in scena tutte le favole delle edizioni passate

Da Cappuccetto Rosso ai protagonisti de “Il libro della giungla”, da Alice nel Paese delle Meraviglie a Mary Poppins, via libera alla 46esima edizione della Notte di Fiaba. Mosaner: “C’è voglia di ripartenza”. L’organizzazione: “Abbiamo deciso di evitare le occasioni di assembramento, senza rinunciare a un evento di qualità”

Foto Jacopo Salvi
Di Tiziano Grottolo - 24 agosto 2020 - 16:32

RIVA DEL GARDA. Alla fine la Notte di Fiaba ce l’ha fatta, nonostante la pandemia infatti, la 46esima edizione della manifestazione è stata confermata. Seppur con un format diverso dunque, Riva del Garda e il Garda Trentino saluteranno l’estate trasformandosi nel regno della fantasia e del divertimento. Tanto per cominciare quest’anno non sarà un’unica fiaba ad andare in scena ma un “remix” con i personaggi delle scorse edizioni. Da Cappuccetto Rosso ai protagonisti de “Il libro della giungla”, da Alice nel Paese delle Meraviglie a Mary Poppins, saranno celebrate tutte le fiabe che hanno fatto sognare grandi e bambini durante le stagioni passate.

 

L’evento vero e proprio si terrà da giovedì 27 a domenica 30 agosto, mentre per il primo anno ci sarà anche “Luminaria”, il progetto di opere di light-art, installazioni e videoproiezioni che illumineranno tutta la città. “Quest’anno – ha commentato il sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner l’evento si svolgerà in un clima di allerta per il corretto utilizzo delle misure di sicurezza, ma anche di grande voglia di ripartenza. In questo senso la Notte di Fiaba dà un importante segnale: Riva del Garda c'è e non si arrende”.

 

 

Spettacoli e narrazioni, musica e intrattenimento, laboratori, giochi e viaggi nelle fiabe, saranno fra le attrazioni della kermesse mantenuta viva dal Comitato Manifestazioni Rivane. “Non è stato semplice decidere se e come realizzare l’evento – ha spiegato Enzo Bassetti del Comitato – per salvaguardare la sicurezza di tutti, abbiamo deciso di evitare occasioni dove potesse concretizzarsi il rischio di assembramento, come lo spettacolo pirotecnico, senza però rinunciare a un evento di qualità, aggiungendo anche importanti novità”.

 

Proprio per questo il calendario ha subito delle modifiche, nel rispetto delle norme anti-covid: “Gli appuntamenti saranno 28, molto più brevi e talvolta presentati anche in contemporanea. Saranno quasi tutti gratuiti ma con prenotazione obbligatoria per poter contingentare i partecipanti” ha detto la presidente del Comitato Laura Civettini. Insomma un evento per tutti, in grado di esaltare la creatività e l’ospitalità del Garda Trentino, con il supporto di tutta la comunità. “Poter svolgere la Notte di Fiaba è importante non solo per i nostri concittadini ma anche per gli ospiti del Garda Trentino” ha spiegato Marco Benedetti, presidente di Garda Trentino Spa. “Rispetto alle stagioni passate, in questo periodo sono presenti molte più famiglie con bambini al seguito – ha aggiunto – confidiamo in una partecipazione decisamente numerosa”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 19:38

Guarire dal coronavirus non garantisce l’immunità permanente, il direttore dell’azienda sanitaria: “Circa il 75% delle persone contagiate in primavera, a settembre, avevano ancora gli anticorpi che riescono a neutralizzare il virus, ma il restante 25% può ammalarsi di nuovo. Al momento non ci sono modi per distinguere chi resta protetto dagli altri, quindi anche i guariti devono continuare a rispettare le norme di isolamento e proteggersi”

24 novembre - 18:48

Il governatore trentino è tornato a ripetere la propria posizione sugli impianti sciistici. Intanto il dialogo tra la conferenza delle regioni e il governo va avanti. Fugatti cita l'Austria e chiede ristori per tutto l'indotto in caso di chiusura degli impianti

24 novembre - 18:26

Sono 143 i positivi e 14 i decessi. Stabile il rapporto contagi/tamponi che resta sotto la soglia del 10%. Aumenta il numero dei ricoveri nei normali reparti e cala quello in terapia intensiva, 176 i guariti nelle ultime 24 ore, un dato che anche oggi supera quello dei nuovi infetti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato