Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, aumenta l'occupazione nella logistica. La presidente di Movitrento: "Assunzioni incrementate del 20%

L'occupazione nel settore logistico in Trentino è incrementata, trainata dal comparto alimentare. Per questo Movitrento, la cooperativa che si occupa di movimentare le merci in molti magazzini della provincia, ha dovuto aumentare le assunzioni del 20%. Il tutto nel rispetto delle misure di sicurezza, sottoposte ad una vera e propria rivoluzione

Pubblicato il - 15 aprile 2020 - 17:55

TRENTO. In questa fase tendenzialmente negativa, le poche buone notizie fanno piacere. Tra queste c'è l'incremento dell'occupazione nella logistica, settore trainato al momento dall'incremento delle vendite alimentari. A comunicarlo con soddisfazione è Movitrento, la cooperativa che movimenta le merci, tra gli altri, dei magazzini Sait e Dao e che per garantire il rifornimento a tutti i negozi dei propri clienti ha dovuto aumentare le assunzioni de 20%.

 

“Dall'inizio dell'emergenza Covid-19 abbiamo assunto nei magazzini che si occupano della filiera alimentare il 20% in più di personale – afferma la presidente di Movitrento Marina Castaldo – un sentito grazie a tutto il personale per lo sforzo messo in campo in queste settimane di intenso lavoro. Senza dimenticare il settore delle pulizie, che si è fatto carico di un notevole incremento di lavoro, svolto prevalentemente da personale femminile, accompagnato poi dal carico di lavoro in famiglia, con scuole e asili chiusi. Abbiamo avuto da tutti grande disponibilità e responsabilità, che hanno anche cambiato, salvo rarissime eccezioni, la qualità delle nostre relazioni e l'organizzazione del lavoro”.

 

Tra gli aspetti che Movitrento ha considerato di primaria importanza c'è sicuramente la sicurezza. Ai dipendenti della cooperativa, assicurano, sono state applicate da subito le indicazioni fornite nei protocolli Covid, dalla formazione del personale alla nuova organizzazione del lavoro con modifica degli orari di ingresso al lavoro per evitare assembramenti, dall'apertura di nuovi spogliatoi alla fornitura di gel e disinfettanti per le mani. E poi ancora: mascherine, guanti, riorganizzazione delle pause caffè e nuove disposizioni per consentire il distanziamento delle persone.

 

A verificare la correttezza nell'applicazione delle misure, è avvenuta nei giorni scorsi un'ispezione da parte dei carabinieri, in cui non è stata rilevata alcuna mancanza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato