Contenuto sponsorizzato

La Fioreria Da Aldo riparte dopo il lockdown: ''Passaparola e nuove tecnologie ci hanno permesso di reggere l'urto''

Un negozio che si avvia a festeggiare i 60 anni di attività. La storica realtà del capoluogo è stata tra le prime a modificare ulteriormente la propria formula per proseguire l'attività. Francesca Rizzoli: "Abbiamo chiuso una settimana e abbiamo pensato a come riorganizzare tutto per fronteggiare questo momento così particolare"

Di L.A. - 05 luglio 2020 - 21:33

TRENTO. "Non è stato un periodo semplice ma il passaparola e le nuove tecnologie ci hanno permesso di lavorare anche nel corso del lockdown", queste le parole di Francesca Rizzoli, titolare dell'esercizio commerciale "Da Aldo atelier floreale" in piazza Santa Maria Maggiore a Trento. Una storica realtà del capoluogo che è stata tra le prime a modificare ulteriormente la propria formula per proseguire l'attività. "Abbiamo chiuso una settimana e abbiamo pensato a come riorganizzare tutto per fronteggiare questo momento così particolare".

 

Un negozio che si avvia a festeggiare i 60 anni di attività. Tutto inizia nel 1962 quando Aldo Rizzoli, padre dell'attuale titolare, dopo un periodo di gavetta tra serre di piante e fiori, alza la serranda del punto vendita in via Prepositura e quindi si aggira tra le vie di Trento con il carretto. E' una città più che mai laboriosa e vitale che si sacrifica e che cerca la propria strada nel dopoguerra.

Una passione e un'arte che si è tramandata di padre in figlia che ha raccolto il testimone del negozio, mentre poi è arrivata Sabrina Michelazzi a completare la squadra. Una costante voglia di mettersi in gioco per Francesca che nel tempo ha frequentato corsi e specializzazioni, tanto da conseguire un diploma di floral design in Svizzera nel 2005 al prestigioso "Atelier 5"  di Peter e Marie Hess.

 

E nonostante l'epidemia e la serrata, "Da Aldo" ha cercato di tenere la barra dritta. "Un lockdown che è arrivato in un periodo solitamente molto favorevole per il nostro comparto - evidenzia la titolare - matrimoni e lauree, ricorrenze importanti quali la festa della mamma. Quasi tutta l'attività è stata fermata e bloccata ma abbiamo cercato di mantenere i contatti con la gente per cercare di sviluppare ulteriormente le consegne a domicilio, realizzare bouquet e mazzi di fiori per qualunque esigenza. Abbiamo investito in pubblicità e puntato su Whatsapp, Facebook e Instagram, ci siamo confrontate costantemente con i colleghi e con i commercianti della zona. Il riscontro è stato sorprendente e molto positivo".

Un rapporto con le persone che è diventato ancora più diretto. "E' cambiato un po' il modo di lavorare - dice Francesca - senza orari, ogni tanto sono arrivate richieste anche a mezzanotte. Abbiamo sempre cercato di risolvere le esigenze di tutti. I clienti abituali non ci hanno abbandonato e si sono affacciati nuovi acquirenti. E' stato comunque un periodo molto stimolante per rimodulare l'attività e accelerare i miglioramenti pianificati e che avremo dovuto portare avanti, magari con tempistiche diverse e più lunghe".

 

Un settore non banale. "E' importante restare aggiornati e seguire naturalmente la stagionalità. Questo è un ambiente che cambia in modo veloce nella moda e nei colori. Ogni bouquet, ogni mazzo di fiori è un pezzo unico - continua la titolare di "Da Aldo Atelier Floreale - ci vuole passione e creatività. In questo periodo a distanza, ogni lavoro e ogni proposta è stata condivisa con il cliente prima della consegna. E' vero che alcuni settori sono calati a causa dell'emergenza, ma i fiori sono proposte sempre apprezzate, un tocco delicato per ogni occasione".

 

Adesso la fase della ripresa con le persone che si recano direttamente al punto vendita. "L'areazione non è un problema, l'afflusso viene gestito puntualmente e la sanificazione degli interni è costante. E' stato un periodo stressante e continua a essere molto incerto, però siamo in linea con gli anni scorsi e quindi siamo soddisfatte. La clientela poi è sempre gentile, un pensiero floreale ingentilisce l'animo e questo è alla base della nostra voglia di guardare il lato positivo della situazione", conclude Francesca.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 agosto - 19:25

Il racconto shock di uno dei giovani aggrediti a Tenna: “È avvenuto tutto molto in fretta, non abbiamo nemmeno fatto in tempo a renderci conto di cosa stesse succedendo. Ci sono saltati addosso in tre con inaudita violenza, ora ho paura”

13 agosto - 16:35

Anche in Alto Adige monta la bufera attorno alla vicenda del bonus destinato alle partite Iva in difficoltà ma richiesto anche da politici di alto profilo e ben remunerati. Nell'occhio del ciclone sono finiti Helmut Tauber e Gert Lanz (Svp), oltre a Paul Köllensperger del Team K

13 agosto - 18:39

Il totale complessivo sale quindi a 5.622 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Scendono a 2 i pazienti ricoverati per Covid-19 in ospedale ma 1 persona è in rianimazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato