Contenuto sponsorizzato

Vertenza nazionale agenzie fiscali, i sindacati: ''Servono risorse e mezzi tecnologici. Questa è una battaglia di civiltà per il futuro del Paese''

Tanti i partecipanti arrivati anche dalle sedi periferiche di Rovereto, Tione, Cles, Borgo Valsugana, Riva del Garda e Cavalese. Pallanch: "Questo stato di agitazione è stato dichiarato per affermare che la lotta all’evasione fiscale, nuovi e più efficienti servizi ai cittadini, nonché un importante presidio di legalità, si ottiene solo se l’autorità politica decide di investire nelle Agenzie fiscali"

Pubblicato il - 07 febbraio 2020 - 19:16

TRENTO. Questa mattina, venerdì 7 febbraio, si è tenuta all’Agenzia delle entrate di Trento in via Brennero 133 un’affollata assemblea del personale. Un appuntamento che si è concluso con un sit-in davanti alla sede e organizzata dalle Segreterie provinciali Fp Cgil, Cisl Fp, Unsa e Flp.

 

Tanti i partecipanti arrivati anche dalle sedi periferiche di Rovereto, Tione, Cles, Borgo Valsugana, Riva del Garda e Cavalese. Non solo, nelle stesse ore è stata organizzata anche una grande manifestazione davanti alla sede del Ministero delle finanze per ribadire lo stato di agitazione proclamato nel comparto dell’Agenzia delle Entrate, Agenzia delle Dogane e Monopoli.

 

"Questo stato di agitazione è stato dichiarato - commentano Alberto Bellini (Fp Cgil), Giuseppe Pallanch (Cisl Fp) e Giuseppe Vetrone (Flp) - per affermare che la lotta all’evasione fiscale, nuovi e più efficienti servizi ai cittadini, nonché un importante presidio di legalità, si ottiene solo se l’autorità politica decide di investire nelle Agenzie fiscali. Servono più mezzi informatici e tecnologici, ma anche più risorse umane per far fronte all’impegno strategico di avere un fisco equo e più vicino ai contribuenti".

 

"Purtroppo - proseguono i sindacati - negli ultimi anni ogni governo ha chiesto a queste Agenzie sforzi enorme per far quadrare i conti dello Stato, senza però intervenire massicciamente con assunzioni di nuovo personale giovane e capace di scoprire intere sacche di illegalità che ogni anno fanno venir meno alle casse dello Stato oltre cento miliardi di evasione e di sommerso".

 

Le Agenzie fiscali soffrono sotto il profilo organizzativo. "Soffrono - aggiungono Bellini, Pallanch e Vetrone - una drammatica penuria di personale: in tre anni si sono persi oltre 4.500 dipendenti all’Agenzia delle Entrate e oltre 2.000 all’Agenzia delle Dogane. Questo a fronte delle possibili e annunciate assunzioni di circa 500 persone per le Entrate e 300 per le Dogane. Questo si traduce in carichi di lavoro sempre più gravosi e difficili da svolgere, spesso senza dirigenti (a Trento abbiamo un interim di oltre tre anni alla Direzione provinciale di Trento e altrettanto all’Ufficio delle Dogane), le varie posizioni organizzative intermedie o sono decadute o sono sotto giudizio di legittimità della Corte Costituzionale".

 

Una situazione difficile. "In Trentino - aggiungono le parti sociali - ormai la riduzione costante del personale incide sulla tenuta e sulle condizioni degli uffici territoriali e delle Sezioni operative territoriali che riescono a rimanere aperte con sempre maggiore difficoltà. Per non parlare della drammatica situazione dell’ufficio dei Monopoli che è ormai nella impossibilità di fornire anche i servizi minimi: ci sono 5 dipendenti per tutto il Trentino Alto Adige. La nostra azione di protesta, riuscitissima in tutto il Paese (si sono fermate intere Direzioni Regionali e Provinciali), dovrà portare ad un confronto con l’autorità amministrativa e politica per mettere al centro del dibattito la stessa sopravvivenza delle medesime Agenzie che, in queste condizioni, sono facile preda dei furfanti e degli evasori fiscali seriali".

 

Intanto lo stato di agitazione prosegue. "Andiamo avanti - concludono Bellini, Pallanch e Vetrone - fino a quando non otterremo risposte e risorse certe: chiediamo mezzi e uomini per mettere le persone nelle condizioni di lavorare. Questa è una battaglia di civiltà per il futuro del Paese".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 20:30
Trovati 11 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 44 guarigioni. Sono 248 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 giugno - 20:04
Dopo una ricostruzione della disciplina vigente, la Pat riconduce la regola per le zone bianche al Dpcm secondo il quale il coefficiente [...]
Cronaca
13 giugno - 19:43
L'allerta è scattata all'altezza di Vadena lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo dei vigili del fuoco di Egna ma l'auto è finita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato