Contenuto sponsorizzato

Bollette, tra cambi operatore e modifiche dei contratti aumenta la preoccupazione dei trentini. Il Centro Consumatori: ''Richieste di aiuto cresciute del 70%

Difendersi diventa davvero complesso e con il passare delle settimane sono sempre di più i cittadini che si rivolgono al Centro di ricerca e tutela dei Consumatori che ora si trova ad affrontare anche la questione delle lettere inviate dalle società per la modifica unilaterale dei contratti. Biasior: ''Il decreto aiuti bis ha introdotto il blocco di questo invio vista la situazione drammatica che stiamo vivendo"

Pubblicato il - 18 September 2022 - 06:01

TRENTO. “Da inizio anno è un continuo aumento di richieste di aiuto. Siamo molto preoccupati",  Carlo Biasior, direttore del Centro di ricerca e tutela dei Consumatori, usa queste parole per descrivere la grossa preoccupazione che sta attraversando tantissimi trentini che negli ultimi mesi stanno affrontando gli aumenti delle bollette di energia e gas.

 

Da inizio dell'anno l’aumento di cittadini che cercano una mano per riuscire a trovare una soluzione cambiando operatore oppure cercando l’offerta migliore con il proprio non si è mai fermato. Cambiamenti non semplici essendo a livello contrattuale una materia molto delicata e con mille rivoli legali a cui stare molto attenti.

 

Non so davvero dove arriveremo” spiega Biasior a il Dolomiti. “Veramente siamo abbastanza preoccupati, già nel primo semestre abbiamo ricevuto oltre 300 richieste di intervento solo per questioni che riguardano le tariffe energetiche. Stiamo parlando di aumenti, di possibile cambio fornitore e tutto quello che ne deriva a livello contrattuale”.

 

Difendersi diventa davvero complesso e districarsi in mezzo a questioni legali e burocratiche lo è altrettanto. “Oggi, nella situazione in cui ci troviamo – afferma sempre il direttore del Crctu – si possono trovare dei minimi risparmi nella concorrenza. Sul fisso, invece, non c'è quasi più nulla”.

 

Se nel primo semestre i Consumatori hanno registrato una crescita delle richieste riguardante gli aumenti energetici che si attesta su circa il 50% ad oggi la situazione continua a peggiorare e le richieste che arrivano dai cittadini sono aumentate addirittura del 70 o 80%. Ovviamente il Centro di ricerca e tutela dei Consumatori sta cercando di affrontare la situazione assistendo i cittadini. Ma la situazione non è semplice anche a causa di altri aspetti.

 

Negli ultimi mesi, infatti, a causa proprio dei rincari delle bollette, diverse società, fra cui anche Dolomiti Energia, ha inviato ai propri clienti delle lettere con il cambio di tariffa. “Una modifica unilaterale dei contratti – spiega Biasor – e molti cittadini quando l'hanno ricevuta si sono rivolti a noi”.

 

In sostanza la società cerca di sbarazzarsi dei contratti a tariffa fissa. Queste lettere, però rischiano di essere inefficaci. “Nel decreto aiuti bis – chiarisce il direttore del Crctu - per venire incontro a questa situazione drammatica di aumenti delle bollette che stanno affrontando le famiglie, il governo bis ha sospeso la possibilità di questo cambiamento unilaterale”. Questo ha come conseguenza che tutti gli utenti che hanno ricevuto la lettera di modifica unilaterale delle condizioni contrattuali con efficacia dopo il 9 agosto sarebbero inefficaci. La nuova norma si applica solo a coloro che hanno stipulato un contratto nel “mercato libero” a prezzo bloccato.

 

“Siamo difronte ad un situazione complessa – conclude Biasior – con pochi punti di riferimento e per i cittadini diventa davvero difficile difendersi. Come Crctu stiamo cercando di mettere in campo tutte le nostre forze per riuscire a dare una mano ai cittadini ”.

 

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 27 settembre 2022
Telegiornale
27 Sep 2022 - ore 22:18
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
28 settembre - 06:01
L’intervista allo storico trentino Francesco Filippi: “Non credo che tutti quelli che hanno votato per Meloni siano dei nostalgici, quello che [...]
Cronaca
28 settembre - 08:36
Al momento sono in atto ulteriori indagini anche su altre matrici e su altri tipi di prodotti che potrebbero essere correlati ai casi umani di [...]
Politica
28 settembre - 08:06
Lo scambio su Twitter nelle scorse ore,  il presidente ucraino: "Apprezziamo il sostegno costante dell'Italia all'Ucraina nella lotta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato