Contenuto sponsorizzato

Al Muse per inventare, una nuova proposta per trascorrere le feste natalizie al museo

A due passi dai Mercatini di Trento, il Muse è un rifugio caldo e accogliente dove vivere le festività stimolando la mente e la creatività in modo sempre nuovo e divertente

Pubblicato il - 20 December 2017 - 12:14

TRENTO. Le attività del Muse non conoscono soste e il Museo delle scienze si prepara per le festività natalizie. 'Al Muse per inventare' questa la proposta all'insegna della creatività.

 

Questa iniziativa prevede due cicli di attività, da svolgersi consecutivamente oppure a singolo appuntamento, dedicate alla coppia adulto-bambino e adulto-ragazzo, con un approccio all’avanguardia a livello italiano per quanto riguarda l’apprendimento intergenerazionale.

 

Il fare digitale, la programmazione e la prototipazione sono il contenuto dei laboratori, che si svolgeranno nel corso dei pomeriggi a partire dalle 15 al FabLab Muse, che ancora una volta diventa teatro di progetti creativi che mirano alla riduzione del digital divide o divario digitale.

 

Il programma tra il 27 dicembre e il 5 gennaio prevede Laboratori creativi e 3D per attività rivolte alla coppia nonno-nipote e genitore-figlio, per lavorare su piccoli progetti e condividere competenze e idee per creare qualcosa di unico. Dalla modellazione della plastilina alla programmazione, dalla prototipazione alla robotica, al Muse è impossibile annoiarsi.

 

Queste iniziative sono articolate su due cicli. Il primo, che tocca la tematica del coding e viene proposto nelle ultime giornate del mese di dicembre (27, 28 e 29), coinvolge il target dei bambini nella fascia d’età delle prime classi della scuola primaria. Il secondo invece, previsto nelle giornate 2-3-4 e 5 gennaio, si rivolge a ragazzi un po’ più grandi a partire dagli undici anni e si concentra nella prototipazione e modellazione 3D.

 

Si inizia il 27 dicembre con 'Piccoli programmatori crescono'. Dalla manipolazione della plastilina alla programmazione? La coppia adulto-bambino si troverà a cercare di manipolare la plastilina colorata per ricostruire, collaborando insieme, un animale (ad esempio un delfino o un dinosauro).

 

La procedura usata sarà il primo passo per proseguire con l’esecuzione di sequenze di 'ordini' proprio come avviene nei robot. Al termine della creazione, gli oggetti verranno scansionati in 3D e i partecipanti avranno, oltre al loro oggetto fisico, il file 3D in omaggio.

 

Il 28 dicembre spazio a 'Coding Fun': un piacevole momento dove adulto e bambino si cimenteranno insieme nella programmazione. Grazie alle facili interfacce realizzate, questa attività, in collaborazione con Fbk, sarà educativa e di intrattenimento, incentivando il pensiero computazionale e riducendo un po’ la digital divide generazionale.

 

Il 29 dicembre ecco 'Una fiaba robotica'. Ginger e Fred sono due attori particolari in quanto sono robot. In questa esperienza le bambine e i bambini insieme ai loro genitori (o nonni/e) metteranno in scena un classico delle favole: Cappuccetto rosso.

 

Divisi in gruppi, si alterneranno nella creazione della scenografia, trucco e parrucco, doppiaggio ma soprattutto istruiranno i robot-attori mediante un linguaggio di programmazione semplice e intuitivo a blocchi a seguire il copione predisposto. Una storia amata da tutti come base per imparare programmazione e robotica.

 

Il 2 gennaio è invece tempo di 'Disegna e regalati un'idea'. Il laboratorio consentirà ai partecipanti di scegliere il proprio prototipo da realizzare con la macchina al taglio laser, modificarlo per renderlo personalizzato e unico e poi vederlo concretamente prodotto dalla macchina digitale. Alla coppia di partecipanti, adulto-ragazzo/a, verranno fornite quindi le basi del disegno vettoriale per poter disegnare e personalizzare al computer il proprio oggetto.

 

Quindi 'Una luce da internet' (3 gennaio): i partecipanti saranno proiettati nel mondo dell’Internet delle cose. La coppia adulto-ragazzo/a avrà modo di mettere le mani su Arduino e imparare a programmare il proprio cellulare per accendere una lampada. Si potrà poi farlo anche a casa? Certo!

 

Il programma prosegue il 4 gennaio con 'Legorobot su Marte'. Dopo un breve racconto interattivo sulle missioni scientifiche che hanno portato in orbita robot per le esplorazioni spaziali, i partecipanti saranno coinvolti in uno strano salvataggio. Dovranno infatti far rientrare un piccolo robot, programmandolo con Lego Mindstorms, per farlo rientrare nella stazione spaziale su Marte, mettendo in salvo dati e campioni di roccia raccolti entro l’arrivo della tempesta di sabbia.

 

Tutto si conclude il 5 gennaio con 'Disegna e regalati un'idea'. Un’altra giornata dedicata alla prototipazione. Partendo dalla base di cinque disegni/prototipi si esploreranno le variegate possibilità di personalizzazione. Misuratore di spaghetti, realizzazione del proprio bracciale o gioiello, produzione di stencil, porta penne, cover del telefonino, tutto è realizzabile al Muse FabLab.

 

Le attività non finiscono però qui. Tra le iniziative a tema natalizio, tutti i sabati e le domeniche a cominciare dal 16 dicembre, ma anche il 26 dicembre e l'1 gennaio), 'Ai confini dell'Universo', una visita al planetario dedicata alle costellazioni del mese per osservare comete, galassie, pianeti e avvicinarsi alle meraviglie dello Spazio attraverso affascinanti ricostruzioni virtuali e 'La scienza con Babbo Natale', simpatiche incursioni della figura tanto amata dai bambini, che si aggira nelle sale del museo tra demonstration e science show.

 

Sempre attiva anche la possibilità di prendere parte alla visite guidate. Dal martedì al venerdì e il primo dell'anno alle 15, sabato, domenica e dal 26 dicembre al 5 gennaio alle 11 e alle 15. Alle 15 dal 26 dicembre al 5 gennaio si può partecipare alla visite guidate alla mostra Archimede.

 

Perché una barca galleggia? Come funziona una leva ed è proprio vero che sarebbe possibile sollevarci il mondo? Le navi degli invasori, a Siracusa, sono state bruciate veramente per mano di quel genio di Archimede, come narra la leggenda? Archimede e i lampi di genio. Sabato e domenica, ma anche il 26 dicembre e l'1 gennaio, alle 16, bambini e adulti possono trovare risposta a queste domande e a tante altre curiosità.

 

Spazio infine a 'Eureka! Giochi d'acqua", sabato, domenica e da 26 dicembre a 5 gennaio alle 14.30 e alle 16.30. Un divertente e curioso laboratorio per tutta la famiglia. Quando gli scienziati si fanno il bagno non si sa mai cosa può succedere: la vasca può diventare un laboratorio e l’acqua uno strumento per studiare vari fenomeni fisici. Per tutti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 March - 17:49

La Protezione civile, con il supporto di volontari della Croce rossa, provvederà alla distribuzione dei pasti e a fornire beni di prima necessità e non solo. E' stato chiesto agli studenti di mantenere l’isolamento, "dal momento che il periodo di incubazione della malattia varia tra 2 e 11 giorni e non possibile escludere che i sintomi si manifestino in una fase successiva al tampone" spiega la Direttrice dell’Unità operativa igiene e sanità pubblica dell’Azienda sanitaria

08 March - 17:30

Sono stati analizzati 896 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 18 nuovi ricoveri e 4 dimissioni, 106 le guarigioni da Covid. Ci sono 75 classi in isolamento

08 March - 14:02

 Il gestore del Rifugio Marchetti sul monte Stivo si sfoga sui social dopo aver trovato tanta immondizia all'esterno dell'edificio: "La buttiamo sul ridere e ci dispiace far polemica ma già questo è un periodo de merd*, cerchiamo di rispettare lavoro e fatica degli altri"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato