Contenuto sponsorizzato

Per immaginare la città del futuro: è in arrivo la terza edizione della Trento Smart City Week

Giunta alla terza edizione, la Trento Smart City Week offrirà svariati appuntamenti per cittadinanza, imprese e scolaresche per approcciarsi ai metodi innovativi di gestione dei servizi e di utilizzo della tecnologia per il miglioramento della qualità di vita. Si parte lunedì 16 settembre, per una densa settimana di partecipazione e innovazione

Di Davide Leveghi - 15 settembre 2019 - 20:10

TRENTO. È partito il conto alla rovescia per la terza edizione di Trento Smart City Week, settimana di appuntamenti in programma dal 16 al 22 settembre in cui dibattere e confrontarsi in un percorso partecipativo sull'utilizzo della tecnologia come mezzo per migliorare i servizi che una città offre ai cittadini e alle imprese. Unica città in Europa, tra solo dieci nel mondo, Trento si fregia di questo titolo, conferito nel 2014 dall'Institute of Electrical and Electronic Engineers.

 

Tanti gli appuntamenti, tra cui se ne segnalano alcuni in particolare. Martedì 17 settembre per le classi degli istituti superiori si terrà il laboratorio-evento “Progetta il futuro della tua città”, promosso dal nodo italiano EIT Digital a Povo con l'obiettivo di fornire agli studenti alcuni elementi concreti per ideare e comunicare i servizi fruibili dal territorio. La giornata prevederà due ore al mattino in cui si forniscono i concetti di base sulla trasformazione digitale e sull'uso di strumenti social per digital marketing mirato alla diffusione di servizi.

 

Nel pomeriggio, invece, gli studenti assisteranno a tre presentazioni in cui si illustreranno i servizi innovativi in varie città (Guadalajara, Barcellona, Singapore...), effettuate da esperti di quelle realtà, a cui seguiranno lavori di gruppi accompagnati da un tutor in cui immaginare un servizio innovativo applicabile alla città di Trento.

 

Sempre martedì, dalle 14 all'Istituto Pavoniano Artigianelli verrà presentato un approccio didattico basato sulle metodologie del design partecipato denominato “C-School”, progetto di ricerca avviato nel 2008 per creare un nuovo modello di scuola basato sull'inclusione dei ragazzi con bisogni educativi speciali e per sviluppare competenze elevate nel campo del problem solving con riferimento all'integrazione delle interfacce e delle tecnologie della comunicazione. Il modello prevede che i ragazzi imparino in un contesto più aperto, formato da più realtà che collaborano per generare apprendimento e innovazione.

 

Mercoledì 18 settembre appuntamento alle 9 al Muse con il convegno “Cittadini smart per città sempre più smart”, promosso da Trentino School of Management, incontro volto ad aumentare la consapevolezza nei cittadini di poter essere protagonisti attivi nel funzionamento e nell'evoluzione della città.

 

Per chiunque volesse visitare la Centrale unica di risposta del 112 in Trentino, infine, è ancora possibile iscriversi fino a lunedì 16 settembre, mentre è disponibile la prenotazione gratuita per l'ottenimento della propria identità digitale SPID al Villaggio digitale. Ogni ulteriore informazione è disponibile al sito: https://2019.smartcityweek.it/ .

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 ottobre - 06:01

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, non si fermano le polemiche. Il consigliere provinciale Alex Marini ha pubblicato su facebook la notizia che verrà querelato per le dichiarazioni alla stampa sul collega ed altri. Filippo Degasperi risponde, non risparmiando critiche per l'atteggiamento e i diversi punti sollevati dall'intervista incriminata. E chiede ironico: "Ma chi è, Savonarola?"

17 ottobre - 19:13

La vicenda legata alla serata organizzata dall'Udu (e saltata perché ci sono stati dei problemi con la documentazione) è finita sulla prima pagina del Giornale soprattutto per la protesta del Collettivo Refresh contro il giornalista. Una protesta dai toni sbagliati che ha prestato il fianco a una descrizione di Trento da anni di piombo. Bisesti non ha smorzato la polemica mentre il Rettore e l'Udu hanno spiegato come sono andate le cose

17 ottobre - 20:01

L'incidente è avvenuto al confine tra Mantova e Verona. Sul posto la polizia stradale e le forze dell'ordine. Il soccorsi sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato