Contenuto sponsorizzato

Bolzano, arriva il sito inclusivo in "lingua facile" per le persone con disabilità comunicative: così si abbattono le barriere

Quello della provincia di Bolzano è fra i primi, in Italia, realizzati da un'amministrazione pubblica. Raccoglie le informazioni più importanti e le rende accessibili alle persone con disabilità cognitiva ma non solo. Anche le persone anziane in generale possono beneficiare del servizio grazie alla maggiore comprensibilità dei testi scritti in lingua facile

Pubblicato il - 13 agosto 2020 - 15:44

BOLZANO. Il sito della provincia di Bolzano si rinnova e diventa più accessibile. Grazie alla nuova versione in "lingua facile" (QUI), infatti, le informazioni essenziali della pubblica amministrazione saranno ora disponibili anche alle persone con disabilità comunicativa. 

 

La professoressa Isabel Rink, dirigente dell'unità di ricerca sulla lingua facile presso l'Istituto di traduzione e comunicazione specialistica dell'Università di Hildesheim, nel corso della presentazione di questa mattina, giovedì 13 agosto, a Palazzo Widmann, ha illustrato le principali caratteristiche della lingua facile. "Il linguaggio facile è una forma di comunicazione laica esperta che può essere utile a tutti. È un servizio aggiuntivo che non sostituisce la versione standard, ma la affianca" ha sottolineato Rink. 

 

 

Con "lingua facile" s'intende un linguaggio che viene adattato per essere accessibile (davvero) a tutti. Si tratta, infatti, di un linguaggio semplificato e adattato anche visivamente. Ogni frase, per esempio, viene scritta su una linea distinta e l'interlinea è sempre di 1,5 punti. Anche il carattere viene scelto tra quelli più facilmente leggibili e comprensibili. I termini tecnici sono sempre spiegati; parole più lunghe e composte, ad esempio, sono visivamente separate da un punto. I destinatari della lingua facile sono persone con problemi cognitivi, persone con difficoltà di apprendimento, persone non udenti e persone con scarse competenze linguistiche. Ma anche gli anziani beneficiano di una comunicazione senza barriere con la sua semplificazione linguistica.

 

L'obiettivo è "produrre testi adeguati al contesto, orientati al destinatario e funzionali alla situazione concreta" ha detto Isabel Rink in occasione della presentazione del nuovo portale: "La lingua facile è una protesi che consente alle persone con importanti esigenze di comunicazione di accedere in prima persona e autonomamente ai contenuti". I destinatari in Alto Adige sono numerosi: su 533mila abitanti sono 13.000 quelli con una disabilità e nel 95% dei casi si tratta di una disabilità acquisita nel corso della vita per incidenti o malattie professionali. Anche le persone anziane in generale possono beneficiare del servizio grazie alla maggiore comprensibilità dei testi scritti in lingua facile.

 

 

Sul sito web provinciale nella versione in lingua facile (QUI) su un totale di 35 sottopagine, sono riassunte informazioni essenziali su 8 settori: lavoro e occupazione, tempo libero, salute, l'Alto Adige, vita con una disabilità, formazione e cultura, mobilità e abitare per complessive 78 pagine redatte in lingua facile.

 

"Le persone coinvolte nel progetto della lingua facile, ossia i nostri lettori e lettrici, decidono autonomamente se un testo è comprensibile o meno" ha detto Helga Mock, coordinatrice dell'ufficio "Okay". Dal 2015 con la legge sulla Partecipazione e inclusione delle persone con disabilità è aumentata la richiesta di contenuti in lingua facile, ha riferito il lettore Robert Mumelter del gruppo People First. Questo è positivo, perché in fin dei conti "il tema è quello di parlarsi e prendere decisioni insieme" ha sottolineato Mumelter.

 

 

Anche il presidente della Lebenshilfe Hans Widmann ha sottolineato come questo progetto rappresenti un grande passo verso l'inclusione sociale e ha rimarcato la buona collaborazione con tutti i partner coinvolti. Fra i partner fondamentale è stato il contributo di Informatica Alto Adige - SIAG, responsabile per l'attuazione tecnica e l'integrazione delle pagine in lingua facile nelle pagine web della Provincia. "Con l'ultima versione delle pagine della Provincia siamo riusciti a portare finalmente il contenuto in primo piano" ha detto il responsabile del progetto Stefano Bonzi, User eXperience Architecht per la SiAG.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 12:36

L'allerta è scattata intorno alle 7.30 di oggi, sabato 19 settembre, sull'Agner. Il 23enne stava procedendo in conserva insieme al compagno di cordata sulla parte sommitale dello zoccolo dello Spigolo nord. In azione il Pelikan di Bolzano, il Soccorso alpino di Agordo e l'equipe medica

19 settembre - 11:02

Salgono a quasi 1800 le persone in quarantena e di queste una cinquantina sono di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta. Il rapporto tamponi – contagi rimane sopra l'1% 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato