Contenuto sponsorizzato

Escursioni con la termocamera e fototrekking, mimetizzati nella natura per assistere al suggestivo rituale del bramito dei cervi in amore

Dal tramonto all’alba, e nelle aree meno disturbate anche di giorno, il suggestivo “duello vocale” ingaggiato tra maschi per la supremazia sull’harem riempie il bosco di spettacolari suoni: un evento della natura che riempie di meraviglia e stupore chi ha la fortuna di assistere a questo rituale di corteggiamento. L'appuntamento al Parco nazionale dello Stelvio nel settore della valle di Sole

A sinistra foto di Luca Casale. A destra foto di Giampaolo Calzà
Pubblicato il - 15 settembre 2020 - 11:24

PEIO. Ogni anno tra settembre e ottobre nel settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio si rinnova l'appuntamento con il bramito dei cervi in amore, fenomeno naturali tra i più emozionanti, un richiamo selvatico misterioso e indimenticabile.

 

Gli esemplari maschi fanno riecheggiare nelle valli questa sorta di particolare muggito roco, per allontanare i maschi rivali e difendere il proprio harem di femmine.

 

Nelle valli di Peio e Rabbi in val di Sole, il Parco Nazionale dello Stelvio organizza escursioni guidate per capire i comportamenti dei cervi nel proprio habitat naturale. Sono moltissime le specie che vivono nell'area trentina: i grandi ungulati come cervi, caprioli, camosci e stambecchi, piccoli mammiferi come volpi, ermellini, marmotte, scoiattoli e lepri, senza dimenticare numerosi uccelli.

 

Dalla splendida aquila reale al maestoso gipeto e al vivace gheppio, dal gufo reale al picchio (rosso e nero), dalla pernice al gallo cedrone e gallo forcello. L’animale senza dubbio più imponente è però il cervo, ungulato dalle abitudini crepuscolari che si può osservare nelle radure al limite del bosco.

 

In autunno è spettacolare assistere al suo rituale di corteggiamento: suggestioni di suoni, colori e profumi si sovrappongono ai duelli vocali ingaggiati al fine di conquistare la supremazia sull’harem femminile. In settembre i maschi, che di solito vivono in piccoli branchi, seguono le tracce olfattive lasciate dalle femmine e si avvicinano alle aree storicamente dedicate alla riproduzione chiamate "quartieri degli amori".

 

La loro intenzione è quella di mantenere il controllo su un gruppo di femmine con le quali riprodursi, difendendole da eventuali contendenti. Nel periodo centrale della stagione degli amori, tra fine settembre e inizio ottobre, i maschi emettono i loro richiami simili a dei particolari muggiti chiamati bramiti. Questa particolare attività permette loro di confrontarsi a vicenda, in relazione anche alle gerarchie definite durante l’anno.

 

Dal tramonto all’alba, e nelle aree meno disturbate anche di giorno, il suggestivo “duello vocale” ingaggiato tra maschi per la supremazia sull’harem riempie il bosco di spettacolari suoni: un evento della natura che riempie di meraviglia e stupore chi ha la fortuna di assistere a questo rituale di corteggiamento.

 

E’ decisamente emozionante vivere questa esperienza nelle valli di Peio e Rabbi, dove il cervo ha raggiunto densità tra le più elevate in Europa. Le escursioni guidate con il Parco Nazionale dello Stelvio per capire i comportamenti di questo imponente erbivoro nel proprio habitat naturale sono in programma in val di Rabbi domenica 27 settembre, 4 e 18 ottobre (ritrovo alle 6 al locale Centro Visitatori ed escursione di particolare interesse naturalistico in Val Maleda).

 

In calendario anche suggestive escursioni notturne (sabato 19 e 26 settembre, venerdì 2 ottobre a Peio; domenica 20 settembre, venerdì 25 settembre e sabato 3 ottobre a Rabbi) con la termo camera: con tale mezzo speciale sarà possibile vedere la radiazione infrarossa emessa dagli animali e scorgere nel buio più completo la vita del bosco che si risveglia nel profondo della notte. Decisamente interessante poi lo speciale fototrekking dal 10 all’11 ottobre in Val di Peio: un workshop di fotografia faunistica e paesaggistica con Marco Urso, stimato fotografo di “wildlife”.

 

Tutti i vari itinerari non presentano difficoltà tecniche, ma richiedono un minimo di abitudine alle gite in montagna. L’abbigliamento consigliato è invece costituito da zainetto, giacca a vento, maglione, scarpe da trekking. Iscrizioni e prenotazioni al Centro Visitatori di Peio (telefono 0463 909773), al Centro Visitatori di Rabbi (telefono 0463 909774) o sul sito (Qui info - tel. 348 0176732).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato