Contenuto sponsorizzato

Turismo, l'Apt di Trento chiude un ottimo 2019: oltre il milione di presenze e crescita a +5,5%: ''Ora è aumentata la nostra responsabilità: siamo punto di riferimento in questa emergenza''

Supportata dai dati relativi alle presenze e agli arrivi, ancora una volta in aumento rispetto all’anno precedente, l’Assemblea dei soci dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha archiviato con soddisfazione il bilancio relativo all’anno 2019. I dati mostrano un aumento dei flussi: +5,5% per le presenze e +8,7% per gli arrivi

Assemblea dei soci Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi - foto di Romano Magrone
Pubblicato il - 30 giugno 2020 - 21:12

TRENTO. "Ripartiamo dal consuntivo dell’anno passato per infondere coraggio a tutto il nostro staff e agli operatori del territorio, avvertiamo un senso di responsabilità: tocca a noi fare da punto di riferimento per risollevarci tutti insieme dopo il lungo stop dei mesi scorsi". Così Franco Aldo Bertagnolli, presidente dell'Azienda per il turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, che aggiunge: "Abbiamo un territorio che tutto il mondo ci invidia, un’esperienza consolidata nel campo della promozione e, soprattutto, la capacità di fare squadra, sia al nostro interno sia con gli attori che ci affiancano nel nostro lavoro, quali enti pubblici, albergatori, ristoratori, istituzioni culturali e museali, produttori e associazioni. Un patrimonio del quale dobbiamo fare tesoro in primo luogo per prendere coraggio e ripartire di slancio".

 

Supportata dai dati relativi alle presenze e agli arrivi, ancora una volta in aumento rispetto all’anno precedente, l’Assemblea dei soci dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha archiviato con soddisfazione il bilancio relativo all’anno 2019. I dati mostrano un aumento dei flussi: +5,5% per le presenze e +8,7% per gli arrivi.

 

"Dopo un lungo periodo nel quale la competitività sul mercato turistico mondiale di Trento, del Monte Bondone e della Valle dei Laghi è aumentata senza sosta – ha aggiunto la direttrice Elda Verones – arriva ora il momento di accettare le nuove sfide e di affrontarle con le armi che abbiamo sempre sfoderato, cioè la capacità di promuovere in maniera convincente le tante opportunità di vacanza che offre un territorio multiforme come il nostro, impiegando strumenti moderni, valorizzando l’offerta artistica, culturale e naturalistica con il coinvolgimento delle tante realtà presenti sul territorio. La strada è già tracciata dalle linee guida seguite negli ultimi anni. Quel che cambia è la sensazione di avvertire sulle nostre spalle una responsabilità ancora maggiore rispetto al passato, dovendo assumere il ruolo di locomotiva a cui spetta il compito di far ripartire il treno dell’economia turistica di una fetta importante del Trentino".

 

Le strategie adottate non sono state diverse da quelle degli anni precedenti, dato che le caratteristiche e le eccellenze dei diversi territori che Apt supporta non mutano, così come non muta la vocazione. "Ci siamo dedicati ad affinare la capacità del nostro ambito di accogliere l’ospite con calore - prosegue Verones - coinvolgendo tutti gli operatori, investendo nella destagionalizzazione dell’offerta turistica e nella proposta di un turismo responsabile, che presta attenzione alla sostenibilità ambientale delle iniziative. Solide basi, insomma, per rilanciare il comparto dopo l'emergenza che ci ha colpito tutti nei primi mesi del 2020 e dalla quale possiamo e dobbiamo riprenderci facendo affidamento sulla solidità strutturale del comparto".

 

Un grande spazio, vista l’eccezionalità della situazione, è stato dedicato alle azioni intraprese nel periodo in cui la quarantena ha costretto tutti a casa e ha paralizzato l’intero comparto turistico. "La prima mossa - evidenzia la direttrice - è stata quella di mettere in sicurezza i dipendenti, attivando il lavoro da remoto, chiudendo gli uffici e redistribuendo i compiti. Approfittando della situazione, abbiamo concluso attività rimaste in sospeso, ma contemporaneamente, ci siamo anche impegnati a informare gli operatori e collaborare con loro per rendere operative le linee guida da adottare per ricominciare a lavorare nel rispetto della salute di tutti"

 

Sono stati mantenuti rapporti e relazioni con i turisti. "Abbiamo valorizzato gli oltre 120.000 contatti presenti nel nostro database, proponendo attraverso i social media nuovi contenuti. Per alimentare questo flusso informativo abbiamo realizzato quattro video emozionali, utilizzando le immagini del nostro archivio, per promuovere l’estate e i pacchetti vacanza legati alla Trentino Guest Card. Per quanto concerne gli eventi, moltissimi sono stati a malincuore posticipati al 2021, ma alcuni contiamo di proporli in autunno", dice Verones.

 

Anche nel 2019 Trento ha ospitato appuntamenti di grande valore culturale, che hanno portato in città un pubblico nazionale ed internazionale, come il “Trento Film Festival”, il “Festival dell’Economia”, le “Feste Vigiliane”, “Mese Montagna” e soprattutto “Il Festival dello Sport”, che per quattro giorni, dal 10 al 13 ottobre ha puntato i riflettori sui grandi campioni del presente e del passato: in 140 appuntamenti sono state contate 65 mila presenze con quasi 400 giornalisti accreditati, eventi che intercettano target di pubblico diverso e quindi ci aiutano a farci conoscere in tutte le fascie di età e di interesse.

 

Anche sul fronte degli eventi sportivi siamo riusciti a coprire un ampio ventaglio di discipline e a distribuire gli appuntamenti in maniera omogenea all’interno del calendario, come peraltro riusciamo a fare già da qualche anno. Fra i più affermati vi sono “Monte Bondone Nordic Ski Marathon”, “DiVinNosiola Ecorunning”, “La Leggendaria Charly Gaul Uci Granfondo World Series”, “La Moserissima”, “Bike Transalp”, la Coppa del Mondo di Skiroll, “Trento Running Festival” e “In City Golf Trento”. "Anche in questo caso alla capacità di attrarre personaggi molto conosciuti nei rispettivi ambiti - commenta Verones - si affianca sempre ad un virtuoso passaparola, attivato da chi ha partecipato almeno una volta a queste manifestazioni e ad un eco mediatica che rafforza l’immagine delle competizioni e del territorio".

 

Una citazione a parte merita il Mercatino di Natale, che dal 23 novembre 2019 al 6 gennaio ha animato per 44 giorni le due piazze storiche di Trento. Nell’intero periodo di apertura piazza Fiera e piazza Battisti hanno accolto ben 1,5 milioni di visitatori, tanti i turisti provenienti da tutte le regioni d’Italia e da ben 54 paesi in tutto il mondo.

 

Per quanto riguarda le attività di marketing nel corso del 2019 sono state organizzate quasi 70 uscite, in Italia e all’estero, che ci hanno permesso di consolidare contatti e crearne di nuovi, coinvolgendo quasi 3.000 soggetti tra tour operator, agenzie di viaggi, giornalisti e professionisti di settore.

 

Una delle novità lanciate nel 2019 è stato “#Traverse19”, il più importante meeting dedicato al mondo degli influencer del settore travel, ospitato per la prima volta in Italia dal 4 al 14 luglio. Centinaia di blogger, instagrammer e youtuber internazionali hanno passeggiato in città per scattare fotografie, girare videoclip e raccontare storie da condividere sui propri canali social, con evidenti benefici nella comunicazione rivolta ai più giovani.

 

I dati statistici, trend positivo. Le cifre parlano di 1.252.957 presenze totali, valore superiore del 5,54% a quello registrato un anno prima, mentre per quanto riguarda gli arrivi sono stati 429.949, un 8,72% in più rispetto al 2018. I miglioramenti più significativi, per quanto concerne le presenze, sono quelli di giugno (+13%) e aprile (+12%), mentre sul fronte degli arrivi si notano in corrispondenza dei mesi di aprile (+16%), ottobre (+18%) e soprattutto novembre (+20%).

 

A credere sempre più nella possibilità di trascorrere qualche giorno di vacanza a Trento, sulla sua montagna o in Valle dei Laghi, sono gli italiani, dato che gli ospiti provenienti dal mercato nazionale fanno segnare un +6,7% per quanto riguarda le presenze (839.877) e un +10% per quanto concerne gli arrivi (271.431), ma anche gli stranieri, che sono cresciuti nella misura del 3,3% per quanto concerne le presenze (413.080) e del 6,5% per quanto riguarda gli arrivi (158.518).

 

Approvazione all’unanimità del bilancio con il plauso dei soci. Presidente e direttrice hanno presentato il bilancio dell’azienda illustrando il rendiconto dell’attività dello scorso anno consegnato a tutti i soci. In seguito alla Relazione del Collegio sindacale il bilancio per l’esercizio 2019 è stato approvato all’unanimità con un totale ricavi di 3.341.050 euro e costi di 3.335.990 euro, con un utile netto dell’esercizio 2019 di 5.060 euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 11:41

Nella mattinata di giovedì 26 novembre si è tenuto un incontro tra il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e i sindaci dei due Comuni dell'Altopiano di Pinè (entrambi "zona rossa") Francesco Fantini e Alessandro Santuari. Il primo cittadino di Bedollo: "Abbiamo ottenuto conferma che se entro lunedì la situazione si stabilizza al di sotto del 3% dei positivi, l'ordinanza di zona rossa non verrà rinnovata"

26 novembre - 12:03

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.104 tamponi e registrati 292 nuovi casi positivi, 11 decessi. Sono 280 persone ricoverate, 40 i pazienti in terapia intensiva

26 novembre - 10:19

I dati sono stati elaborati da Swg su un campione di circa un migliaio di persone. Nel nostro Paese sono in crescita i "complottisti" che credono in un virus diffuso da gruppi di potere, i "riduzionisti" che ritengono la situazione meno grave di come è rappresentata e i "resistenti", quelli che non vogliono vaccinarsi 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato