Contenuto sponsorizzato

Trenta chili di pane e 120 persone per confrontarsi e stare insieme

Canova ha accolto l'Associazione Carpe Diem e Cooperativa Arianna per una giornata all'insegna dell'aggregazione

Di Luca Andreazza - 02 ottobre 2016 - 11:17

TRENTO. Il quartiere di Canova è stato teatro dell'appuntamento “Incontri che lievitano”, un'iniziativa a cura dell'Associazione Carpe Diem e Cooperativa Arianna per sensibilizzare sui temi come solitudine, comunità e relazioni umane.

 

E' stata inaugurata la “Settimana dell'Accoglienza”, un'iniziativa del Cnca, il Coordinamento nazionale della comunità di accoglienza, che in Trentino coinvolge 14 associazioni impegnate nel campo del disagio.

 

“L'evento è organizzato da due associazione – spiega Francesca Braito – quindi siamo partiti da due idee e metodologie di lievitazione del pane come introduzione alla giornata, votata all'accoglienza, al confronto e allo stare insieme”.

 

“Incontri che lievitano” ha previsto tanti momenti di aggregazione rivolti a grandi e piccini conditi da musica, un pic nic condiviso, laboratori e incontri per crescere nel dialogo, tutto partendo dal pane: “Siamo riusciti a fare 8 fornate per quasi 30 kg fra pane e pizza da consegnare al Punto d'Incontro oppure da portare a casa versando un'offerta da destinare al Cnca. Le attività hanno visto la partecipazione complessiva di circa 120 persone e l'importante partecipazione di Vincenzo Passerini”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato