Contenuto sponsorizzato

La pioggia non ferma le vele dell’Italia, trascinata dai portacolori della Fraglia Vela Riva

Iniziata la trentaseiesima edizione del Meeting del Garda Optimist tra regate per i cadetti e Juniores. Giochi e divertimento al Garda Wind Garda Village, novità di questa stagione

Pubblicato il - 29 marzo 2018 - 20:15

RIVA DEL GARDA. Giornata inaugurale dell'edizione numero 36 del Meeting del Garda Optimist, manifestazione targata Fraglia Vela RivaRiva del Garda Fierecongressi. A Riva del Garda sono quasi 1.400 i timonieri protagonisti tra i 9 e 15 anni, per la precisione 1.069 Juniores e 305 cadetti. 

 

Inizio decisamente bagnato, ma non per questo senza regate e divertimento: sui due campi di regata (uno per i cadetti e uno per gli Juniores più a sud) è sempre soffiato un bel vento da sud sui 12-16 nodi, che ha permesso la disputa di due prove per i più piccoli cadetti e una per gli Juniores, più lenti nelle procedure di partenza in quanto suddivisi in sei batterie contro le due dei cadetti.

 

Nonostante la pioggia battente e la temperatura non certo primaverile si è avuta una volta di più grande prova di carattere da parte dei partecipanti, che hanno portato a termine le regate.

Grande entusiasmo è stato registrato anche a terra nel nuovissimo Garda Wind Garda Village, creato ad hoc per l'occasione grazie alla sinergia con Riva del Garda Fierecongressi.

 

Qui i partecipanti al Meeting del Garda Optimist hanno potuto rilassarsi, soprattutto le famiglie, mentre i più piccoli si sono cimentati, nell’area Fit&Fun, in divertenti attività proposte da Kinder +Sport e si sono sfidati sul percorso a ostacoli Ninja Warriors in perfetto stile 'Giochi senza frontiere'. 

Inizio dunque positivo per questo evento Guinness World Records, nonostante la giornata grigia che con 1.400 barche in acqua ha offerto comunque uno spettacolo unico.

LE REGATE
Anche se lo spirito della manifestazione è quello dell’incontro tra ragazzini con la stessa passione per la vela, provenienti da più parti del mondo (quest’anno 33 nazioni presenti), la parte agonistica dell’evento ha comunque la sua importanza, perchè - se vissuta positivamente - diverte e anima i giovani velisti.

Partenza decisamente positiva per l’Italia e in particolare per i portacolori del circolo Fiv organizzatore, la Fraglia Vela Riva, che sia nella categoria cadetti, che in quella juniores ha propri atleti nelle primissime posizioni.

 

CADETTI (Qui classifica)
Ben due primi posti per Mosè Bellomi, primo davanti al compagno di squadra Manuel De Asmundis (entrambi portacolori Fraglia Vela Riva), che con un primo e un quarto è secondo in parità di punteggio con la prima femmina, Clara Lorenzi (CNB).

JUNIORES (1069)
Al momento sono in elaborazione le classifiche della prova Juniores disputata e sono quindi disponibili sono alcuni primi parziali: ottimo avvio di Mattia Cesana (Fraglia Vela Riva) vincitore nella flotta gialla, altro primo in flotta blu per il campione del mondo in carica Marco Gradoni (Tognazzi Marine Village), primo in flotta rossa il lettone Atilla Martins.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato