Contenuto sponsorizzato

Dalla meglio gioventù Rippa e Paoli agli 8,5 di Soave e Baido: ecco la top ten di casa nostra della Serie D

Le dieci pagelle del 2016 della Quarta divisione nostrana tra Dro, Levico Terme e Virtus Bolzano

Pubblicato il - 31 dicembre 2016 - 17:17

TRENTO. Un anno di calcio e passione: ecco i dieci che nel bene o nel male hanno caratterizzato il 2016 del calcio nostrano in Serie D

 

LORIS ANGELI: stavolta ci è andato vicino a mollare tutto e ritirarsi a vita privata. Con la cordata bolognese era tutto fatto, poi è tornato sui propri passi e, pur di non cedere la sua "creatura" in mani insicure, ha deciso di andare avanti. Con pochi collaboratori, un budget risicato e un amore sconfinato per i colori gialloverdi. Fa tutto, ogni tanto pure troppo, ma se il "piccolo" Dro resiste in serie D il merito è suo. Non solo, ma quasi. Se ha un difetto è quello di essere troppo "buono" anche con chi non lo merita. VOTO 9 se l'è guadagnato sul campo.

 

RAFFAELE BAIDO: diciassette gol nell'anno solare con Levico Terme, undici nel ritorno dello scorso campionato, sei nel girone d'andata del torneo in corso. Le fortune dei gialloblù passano soprattutto dai piedi e dalla genialità di un giocatore che è nel pieno della maturità agonistica. In estate ha detto "no" al Trento, poche settimane fa a tante squadre, venete e lombarde di serie D. E' il leader, silenzioso ma "pratico", della squadra. Senza di lui non sarebbe la stessa cosa. VOTO: Merita un bell'8,5.

 

MARCO MELONE: quando la squadra non "gira" a pagare è sempre il mister. E, dopo aver portato il Levico Terme in Quarta Serie e guidato ad una strepitosa salvezza diretta, in autunno è stato sacrificato per il bene comune. Le responsabilità non erano certamente tutte sue, ma nel calcio funziona così dalla notte dei tempi. Tanto di cappello per quello che ha fatto e, soprattutto, a maggio non mancheranno le proposte per uno dei tecnici più vincenti del calcio di casa nostra. VOTO: 7,5 complessivo ci sta tutto e che non si dica che non è di categoria.

 

GLI ULTRAS DEL LEVICO TERME: la squadra va bene e ci sono, la squadra va male e ci sono. La trasferta è lunga e ci sono, si gioca a metà settimana e ci sono. Encomiabili e mai fuori dalle righe. Il Levico non ha preso una multa che sia una a causa dei propri tifosi. Loro sono certamente di categoria. VOTO: 8.

 

IL PUBBLICO DI DRO (CHE NON C'E'): spalti desolatamente vuoti anche quando arrivano le "big" e indipendentemente dal rendimento della squadra. La salvezza conquistata a maggio non è servita per scaldare i "cuori" dei "calciofili" della Busa. Sono pochi e silenziosi. Il VOTO è negativo, anzi di più, e non può andare oltre il 4.

 

GIOVANNI PAOLI: lo scorso anno, di questi tempi, guardava tutti dal basso verso l'alto in Eccellenza con la Rotaliana e sembrava destinato a scendere addirittura in Promozione. Angeli l'ha portato a Dro, Soave ha impiegato pochi giorni per capire che il 19enne noneso ha qualità e "garra" da vendere. Risultato: è uno dei punti fermi dei gialloverdi, gioca in tre ruoli e segna pure. Chapeau. VOTO: un 7,5 meritatissimo e destinato ad aumentare.

 

CRISTIAN SOAVE: la rosa del Dro è buona, ma non eccellente. Il vero top player è in panchina: parla poco, non cerca mai l'alibi e, soprattutto, da ex giocatore di ottimo livello, conosce ogni sfaccettatura del calcio. Non lo sentirete mai parlare di sfortuna o fortuna o degli assenti. E, aspetto non comune, ha una capacità di lettura del match fuori dal normale. Merita di fare il professionista perché ha i cromosomi dell'allenatore "vero" . VOTO: 8,5 pieno.

 

LUCA LOMI: la sufficienza c'è, ci mancherebbe perché sta tenendo la Virtus Bolzano in linea di galleggiamento, ma quella dichiarazione estiva "sono contento di essere finito nel girone lombardo"... insomma, lascia il tempo che trova. Ok gli stimoli, ok il ritorno a casa (lui che è della provincia di Pavia), ma per la Virtus Bolzano (e anche le altre due trentine) sarebbe stato meglio confrontarsi con le venete e friulane. Il voto è la media tra il lavoro che svolge sul campo e l' "imprudenza" di qualche mese fa. VOTO: 6.

 

CHI LI HA VISTI? I "colpacci" non sono mancati, ma nemmeno le "cantonate". Dimas Gonçalves al Levico Terme è stato il classico acquisto inutile visto il misero apporto del calciatore brasiliano nel girone di ritorno della scorsa stagione a fronte di un esborso economico notevole. E, stessa cosa, dicasi per la Virtus Bolzano, che in estate ha accolto Pape Moussa Diakhatè, che però è "sparito" prima dell'inizio del torneo senza mai scendere in campo. VOTO 0 (poco meno del contributo fornito).

 

EMANUELE RIPPA: ok è l'ultimo arrivato, ha solo 17 anni e ha giocato poche partite, ma buon sangue non sembra mentire. Schierato più per necessità che per esigenza, si è calato perfettamente nel ruolo. La testa è quella "giusta": un anno fa giocava negli Allievi della ViPo Trento, adesso si ritrova titolare in serie D. Per lui VOTO 7 in pagella e che sia di buon auspicio per il difensore trentino e per i tanto vituperati under, troppo spesso criticati in maniera gratuita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

23 gennaio - 18:42

Cala il numero dei pazienti in ospedale ma sale quello delle terapie intensive. Altri 6 decessi. Sono state registrate 24 dimissioni e 187 guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato