Contenuto sponsorizzato

Il 'Pisto' all'Fc Mezzocorona, obiettivo Promozione in due anni. Albiano che succede?

Calcio. Il Levico Terme pronto a presentare domanda di ripescaggio per la serie D. Dalla Benacense alla Monte Baldo tutte pronte al salto di categoria. Una stranezza potrebbe permettere al Marco di raggiungere la Promozione in caso di débâcle in quel di Albiano. Pinzolo e Val Rendena: ok alla fusione

Il neo tecnico dell'Fc Mezzocorona, Franco Pistolato
Di Luca Andreazza - 09 June 2017 - 19:54

TRENTO. Ufficiale, l'Fc Mezzocorona e Franco Pistolato hanno trovato l'intesa e il tecnico siederà la prossima stagione sulla panchina rotaliana. Dopo alcune stagioni si riuniscono le strade del tecnico trentino e quella del presidente Sergio Lechthaler. Obiettivo minimo il doppio salto in Promozione nel giro di un paio di stagioni, ma l'ambizione è quella di ritornare in Eccellenza quanto prima.

 

Il nuovo allenatore, che vanta già un'esperienza in Piana alla Rotaliana, si porta dietro il suo solido staff e sarà affiancato in questa nuova avventura dal vice Francesco Cuzzolin, dal preparatore dei portieri Luigi Serafini e dal direttore sportivo Nicola Volani.

 

E se a Mezzocorona brindano, si addensano nubi in quel di Albiano, dove c'è aria di smobilitazione: la rosa è ridotta ai minimi termini e ora manca anche la guida tecnica. 

 

Novità a Levico Terme, la domanda per il ripescaggio in serie D è pronta e, salvo ribaltoni, la Federazione accoglierà la richiesta, scatenando una cascata di 'promozioni': tante le società che guardano con interesse alle sorti dei termali.

 

In cima all'elenco si trova la Benacense, che in queste ore tra gli altri si è assicurata le prestazioni di Andrea Adami dall'Arco e Alessandro Poli dal Comano, pronta al balzo in Eccellenza e la Monte Baldo altrettanto interessata a salire in Promozione.

 

Scendendo in Seconda categoria, quasi certo il ripescaggio dell'Ischia in Prima al posto del radiato Ac Mezzocorona. Già sicura l'assenza di una squadra nell'ultima categoria trentina, Pinzolo (Prima) e Val Rendena (Seconda) sono ai dettagli della fusione e una società che abbraccia tutta l'area non può che configurarsi come una mina vagante nella prossima stagione di Prima categoria.   

 

Chi osserva la situazione di Albiano è invece il Marco. L'iscrizione alla Promozione dell'Albiano arriverà, ma in questo momento di apparente difficoltà nulla appare certo.

 

Ecco quindi che per il Marco, finalista di Coppa Italia, si potrebbero aprire le porte della Promozione. Il Marco potrebbe giovare del nuovo regolamento: la società lagarina ha concluso il campionato in sesta posizione, ma si è assicurata un posto ai playoff tra le seconde della classe per aver raggiunto l'atto finale di coppa (sconfitto dal Gardolo, a sua volta promosso però direttamente alla categoria superiore). 

 

Una stranezza che potrebbe permettere al Marco di sbarcare nel massimo campionato provinciale in caso di inaspettata débâcle nella zona del profido.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 05:01

Un’operatrice di Rsa ha contratto il coronavirus nonostante fosse già stata sottoposta alla seconda dose di vaccino a fine gennaio, ecco perché può accadere ma allo stesso tempo è importante parlarne. Ferro: “Siamo a conoscenza del caso e lo stiamo seguendo, non è la prima volta che succede e si tratta di una situazione attesa nel senso che il vaccino ha un’efficacia del 95%”

26 February - 06:07

Il capogruppo delle Stelle alpine nell'attuale legislatura a trazione centrodestra in Consiglio provinciale cambia partito. Lascia dopo un impegno nel Patt iniziato nel 1999, poi ha scalato le gerarchie della forza politica fino a diventare assessore nel 2008. Nel 2013 l'elezione a governatore in piazza Dante 

25 February - 20:21

Sono 204 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 85 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato