Contenuto sponsorizzato

Lollo Bernardi alla guida di Perugia

"Mister Secolo" alla prima su una panchina di SuperLega. Il trentino avrà a disposizione una delle squadre più competitive del campionato 

Di Nicola Baldo - 11 novembre 2016 - 18:38

TRENTO. La grande occasione italiana di Lorenzo Bernardi è arrivata. Dopo tanti  anni all'estero, fra Polonia e Turchia, l'ex "Mister Secolo" da via della Malvasia va a sedersi su una panchina della SuperLega italiana, quella dell'ambiziosa Sir Safety Perugia. Nella serata di giovedì il ribaltone alla guida della compagine umbra, con il serbo Kovac esonerato dopo le tre sconfitte di fila contro Trentino Volley, Modena e Lube Civitanova e la risicata vittoria solamente al tie-break in casa contro Molfetta. Il quinto posto in classifica ha spinto il vulcanico presidente umbro Gino Sirci ad allontanare il tecnico che aveva guidato gli umbri a due finali scudetto, chiamando Bernardi sulla panchina della Sir.

 

Oggi l'ufficializzazione dell'arrivo di Bernardi, presentazione e primo allenamento per Lollo al PalaEvangelisti di Perugia, con il trentino che ha vinto al fotofinish con un altro tecnico molto conosciuto alle nostre latitudini come Radostin Stoytchev, autore dell'epoca d'oro delle vittorie della Diatec. L'obiettivo ora per la squadra umbra è arrivare a giocarsi Coppa Italia e playoff in un'altra condizione mentale e fisica rispetto a quella vista in quest'ultimo mese di stagione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 19:47

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,9%. Contagi a Castelnuovo e nell'Alto Garda

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

19 settembre - 16:35

Sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi e 8 persone presentano sintomi. Il totale in Trentino è di 6.311 casi e 470 decessi da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato