Contenuto sponsorizzato
02/03/2022 - 16:03

IL VIDEO. Babij Jar, il sito che commemora il massacro degli ebrei a Kiev

Roma, 2 mar. (askanews) - Immagini di oggi del monumento a Kiev per il massacro nazista di Babji Jar; commemora oltre 33.000 persone, tutti ebrei della capitale ucraina, trucidati nel 1941.Si trova nelle vicinanze della torre tv distrutta il primo marzo da un missile russo, un attacco che ha ucciso cinque persone.Per questo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, lui stesso di famiglia ebraica, ha dichiarato che la Russia di Putin vuole cancellare la storia."Mi rivolgo agli ebrei di tutto il mondo. Non vedete cosa sta succedendo? E' molto importante che milioni di ebrei nel mondo non restino in silenzio in questo momento".Babji Jar è un fossato nei pressi di Kiev, sito di vari eccidi durante la seconda guerra mondiale ad opera dei nazisti e anche di collaborazionisti ucraini. Quello degli ebrei fra il 29 e il 30 settembre 1941 è tristemente noto dai rapporti militari tedeschi; fu uno dei peggiori massacri della storia dell'Olocausto, rappresaglia per una serie di attentati che avevano ucciso centinaia di soldati tedeschi.A Kiev risiedevano allora circa 60.000 ebrei, molti anziani, donne e bambini. In oltre trentamila si presentarono come richiesto dalle autorità tedesche entrate in città dieci giorni prima. Furono spinti avanti a gruppi di dieci fra corridoi di soldati, e ammazzati con fucili automatici e mitragliatrici.

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 luglio - 21:48
Oggi, lunedì 22 luglio, era il termine ultimo fissato per la nomina del nuovo Presidente. Ma dalla Giunta (convocata in extremis) è arrivata [...]
Sport
22 luglio - 21:15
Tutte quelle foto che hanno fatto il giro del mondo grazie ai social hanno una firma: quella del trentino Lorenzo Verdinelli, per gli amici [...]
altra montagna
22 luglio - 18:30
"La ricerca dei funghi è una passione meravigliosa che avvicina le persone all’ambiente naturale non disdegnando altri aspetti, quelli culinari, [...]
Contenuto sponsorizzato