Contenuto sponsorizzato
22/03/2022 - 19:03

IL VIDEO. Jean Jacques Annaud: ecco la mia "Notre Dame in fiamme"

Roma, 22 mar. (askanews) - Un po' documentario, molto kolossal: "Notre Dame in Fiamme" il nuovo film di Jean Jacques Annaud è una cronaca mozzafiato della notte del 2019 in cui la cattedrale medievale di Parigi rischiò di crollare, e di come si riuscì a domare l'incendio. Il regista francese assicura che all'inizio voleva tenersi lontano da un tema che appassionava tutti. Ma poi è stato catturato dalle mille difficoltà dei soccorsi: "E' un materiale meraviglioso. La realtà di quello che è accaduto somiglia a una sceneggiatura hollywoodiana con una grande star internazionale attaccata da un demonio affascinante quando ci riscalda ma pericolosissimo perché ci carbonizza: il cattivo ideale, e i soccorsi che non arrivano. E' inverosimile, ma è la true story per eccellenza; nessuno avrebbe osato scrivere una sceneggiatura così rocambolesca; è la differenza fra un documentario e un film di fiction: questo ha tutte le doti di un film di fiction, ma in più è vero".Nessuno ha immagini dell'interno della cattedrale quella notte: Annaud ha ricostruito Notre Dame in studio per darle fuoco, un'opera titanica di artigiani, essenziale soprattutto per il momento in cui caduta la guglia, le macerie crollarono nella navata centrale.Ricostruzione mescolata a vere clip di telegiornali di quella giornata; all'appello del regista al pubblico per avere immagini vere degli ingorghi di traffico e dei canti notturni di preghiera, hanno risposto in migliaia.Ma soprattutto, c'è la fascinazione di Annaud per il fuoco bello e terribile, per le chiese, per l'architettura medievale che ha anche studiato alla Sorbonne."Credo che mi venga dalle visite da bambino a Notre Dame. Abitavo in periferia, venivo con mia madre, prendevamo il metrò e uscivamo dalla stazione proprio davanti alla chiesa. Sono stato influenzato dalla grandezza spirituale, vorrei dire. Non sono credente ma amo i luoghi di preghiera, entro in tutti gli edifici religiosi con un brivido" dice Annaud. "Le persone che hanno salvato la cattedrale sono degli anonimi col cuore grande anzi meglio, sono persone semplici che hanno pensato di dover rischiare la vita per salvare delle pietre, ma non delle pietre qualunque: pietre che sono il simbolo della civiltà".

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 maggio - 16:29
Il 65enne condannato per omicidio è atterrato sabato in Italia e nel giro di poche ore ha ottenuto il permesso per andare a trovare la mamma [...]
Cronaca
22 maggio - 15:42
Il Dipartimento Protezione Civile, Foreste e Fauna della Provincia ha diramato un nuovo avviso di allerta ordinaria gialla con il quale estende [...]
Ambiente
22 maggio - 13:10
Le associazioni intervengono dopo che a distanza di un giorno il Parco Adamello Brenta e la Provincia hanno pubblicato delle linee guida di [...]
Contenuto sponsorizzato