Contenuto sponsorizzato
07/09/2023 - 15:09

IL VIDEO. Guterres (Onu): La repressione sistematica in Myanmar continua

Milano, 7 set. (askanews) - "Il mio appello alle autorità militari birmane è chiaro: rilasciare tutti i leader detenuti e i prigionieri politici, aprire la porta al pieno ripristino del governo democratico". Lo ha dichiarato il segretario generale delle NazioniUnite Antonio Guterres al vertice ASEAN-ONU a Giacarta."Dal nostro incontro dell'anno scorso, la situazione in Birmania è ulteriormente peggiorata. La violenza brutale, l'aggravarsi della povertà e la repressione sistematica stanno distruggendo le speranze di un ritorno alla democrazia", ha sottolineato Guterres. "Il conflitto aggrava le disuguaglianze e le vulnerabilità esistenti affrontate da donne e ragazze, tra cui la violenza sessuale, i matrimoni forzati e la tratta di esseri umani. Sempre più persone attraversano i confini alla disperata ricerca di sicurezza e protezione, e la situazione è insostenibile"."Più di un milione di Rohingya si trovano ancora in Bangladesh, nel campo profughi più grande del mondo. Purtroppo non ci sono ancora le condizioni per un ritorno sicuro, volontario e dignitoso. C'è ancora molto da fare", ha concluso il segretario generale dell'Onu.

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 giugno - 10:03
Si lavora per rimettere in sicurezza la carreggiata: all'altezza di San Cristoforo, traffico deviato verso la Sp1 del lago di Caldonazzo. Code e [...]
Cronaca
18 giugno - 08:49
La colata, lunga circa 800 metri, continua a scivolare verso valle a una velocità di 100 metri all'ora. Parte del materiale fangoso è [...]
Montagna
18 giugno - 09:31
Il soccorritore è morto a 58 anni a causa di un'insufficienza cardiaca che non gli ha lasciato scampo. Operava nella stazione di Solda
Contenuto sponsorizzato