Contenuto sponsorizzato

Raccolgono 130 chili di rifiuti lungo il sentiero, lo sforzo per l'ambiente dei giovani vigili del fuoco di Millan

Si sono incamminati lungo la Karlspromenade il 17 aprile con i sacchi di spazzatura alla mano, raccogliendo 130 chili di rifiuti in una giornata di lavoro. Questa l'azione di sensibilizzazione dei vigili del fuoco di Millan nell'ambito della campagna di raccolta rifiuti organizzata dalla Bressanone Turismo, l'Asm e Comune di Bressanone

Pubblicato il - 20 aprile 2021 - 11:10

BRESSANONE. All’arrivo della primavera sale in tutti la voglia di uscire, di passare del tempo nella natura, specialmente dopo mesi di restrizioni. Peccato che spesso essa sia inquinata dalle nostre stesse tracce. Mozziconi di sigaretta, bottigliette di plastica, tetra-pack, sacchetti per cani e, negli ultimi tempi, mascherine. Sono tutti rifiuti che spesso e volentieri si ritrovano nei prati o sui bordi dei nostri amati sentieri.

 

Lo ha notato anche la Bressanone Turismo, che, in collaborazione con il Comune e l’Asm, ha iniziato una campagna di raccolta dei rifiuti. Sabato 17 aprile infatti, i giovani vigili del fuoco di Millan si sono incamminati sulla Karlspromenade armati di sacchi per la spazzatura e l’hanno ripulita, raccogliendo 15 sacchi di rifiuti per un totale di 130 chili. Per ringraziarli il Comune di Bressanone ha deciso di omaggiarli con delle bottiglie Refill.

 


 

"Questa non vuole essere semplicemente una pulizia di primavera, ma piuttosto un'azione di sensibilizzazione. Ogni individuo può dare un piccolo ma essenziale contributo ad un ambiente più attraente e ad un ambiente più pulito. Vorrei ringraziare i giovani dei vigili del fuoco di Millan per il loro sostegno, per essere modelli di condotta e per il loro impegno per il nostro ambiente", dice l'assessore all'ambiente Peter Natter.

 

L'obiettivo per la Bressanone Turismo Società Cooperativa, il Comune di Bressanone e l’Asm Bressanone è quello di rimuovere i rifiuti sui sentieri escursionistici attraverso diverse azioni. "Abbiamo una responsabilità quando siamo all'aperto. Un rapporto rispettoso con la natura, le creature viventi e gli altri utenti dei sentieri dovrebbe essere la prassi. Mantenere puliti i sentieri e le montagne portando con sé i rifiuti e non lasciare tracce", dice Lidia Prader, collaboratrice della cooperativa turistica di Bressanone e responsabile del tema della sostenibilità. "I rifiuti tornano nello zaino. Se non lasciamo nulla nelle aree di sosta, anche altri amici della natura trovano sempre un posto dove fermarsi volentieri".

 

Tra pochi giorni, il 22 aprile per la precisione, si terrà l’Earth Day, la giornata internazionale per la protezione del nostro pianeta. Un’occasione per ricordarci come piccoli gesti quotidiani e stili di vita più verdi sono la chiave per aiutare l’ambiente. I vigili del fuoco di Millan hanno dato il buon esempio, ma tutti nel nostro piccolo possiamo aiutare, magari trasformando in abitudine quello che loro hanno fatto il 17 aprile e raccogliendo rifiuti durante le nostre camminate. Essere consapevoli dell’ambiente e attenti, così gli appassionati vivono la montagna.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 maggio - 09:28
L’impatto è stato così violento che il rimorchio del camion si è ribaltato spargendo il suo carico di rifiuti sulla carreggiata, la viabilità [...]
Cronaca
23 maggio - 10:00
Mauro Favalli si trovava assieme ad alcuni amici motociclisti quando ha perso il controllo del mezzo sul quale stava viaggiando schiantandosi [...]
Cronaca
23 maggio - 08:24
Grande cordoglio per la scomparsa di Enrico Giovannini vittima di un incidente in montagna: “Penso che sia stato un piacere conoscerti, ridere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato