Contenuto sponsorizzato

Ecco i terreni inquinati che la Giunta vorrebbe bonificare in Trentino: dall’ex Alumetal alla discarica alla Bortola di Rovereto

Da Mori a Rovereto, passando per Borgo Valsugana sono molti i terreni trentini da bonificare perché pesantemente inquinati. La Provincia ha presentato la domanda per finanziare gli interventi (da oltre 34 milioni di euro) ma non è detto che le risorse siano sufficienti

Di Tiziano Grottolo - 21 marzo 2022 - 12:26

TRENTO. Poco più di un anno fa il Ministro dell’ambiente ha messo sul piatto 105.589.294 euro nell’ambito del “Programma nazionale di finanziamento degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti orfani”. Come ricorda la consigliera provinciale, Lucia Coppola, di Europa Verde alla Provincia di Trento sono stati destinati 818.317 euro. “Ciascuna Regione e Provincia autonoma provvede, secondo i propri criteri, all’individuazione dei siti orfani per i quali gli interventi oggetto del decreto risultano prioritari in riferimento al rischio ambientale e sanitario connesso”. Le risorse poi possono essere destinate alla realizzazione di interventi di messa in sicurezza d’emergenza, caratterizzazione, analisi di rischio, bonifica, messa in sicurezza permanente e ripristino ambientale.

 

Su questo tema la consigliera di Europa verde ha depositato un’interrogazione per conoscere i piani della Provincia di Trento. Ora è arrivata la risposta dell’assessore all’ambiente Mario Tonina che ha fatto sapere che i siti per i quali è stato chiesto un finanziamento per la bonifica sono stati individuati dall’Agenzia Provinciale per la protezione dell’ambiente (Appa).

 

Si tratta della discarica alla Bortola in zona ai Fiori nel comune di Rovereto (825.000 euro); l’ex discarica di polverino di acciaieria in località San Lorenzo Comune di Borgo Valsugana (660.000 euro); il terreno contaminato via Gozzer sempre a Borgo Valsugana (370.000 euro). Complessivamente si parla di 1.855.000 euro. L’assessore all’ambiente fa sapere che il Ministero della Transizione ecologica ha disposto l’impegno a favore della Provincia di Trento dell’importo di 818.317 euro per la discarica alla Bortola e sta predisponendo gli specifici accordi con il relativo Comune della Città della Quercia, in quanto soggetto attuatore dell’azione sostitutiva di bonifica. “L’importo assegnato consente di finanziare soltanto una parte degli interventi e, quindi, il completamento di queste bonifiche richiede necessariamente la disponibilità di ulteriori risorse”. Per Trento invece, nell’ambito del progetto del bypass ferroviario, rimane in ballo la bonifica dell’ex Sloi e degli altri terreni inquinati.

 

Non solo perché l’Appa ha ottenuto l’inserimento, nell’elenco degli interventi potenzialmente finanziabili, di altri compatibilmente con la disponibilità finanziaria statale. Questi sarebbero l’ex discarica di polverino di acciaieria (707.910 euro) e il terreno via Gozzer (489.353 euro), entrambi già presenti nel primo elenco, ma pure la bonifica dell’area Casotte nel Comune di Mori (3.473.936 euro) e la bonifica dell’area ex Alumetal a Mori. Quest’ultimo un progetto da 30 milioni euro, anche se, specifica Tonina “il sito Alumetal, pur essendo inserito nella lista dei siti finanziabili, non risulta al momento presente una sufficiente capienza nelle somme disponibili. Per gli altri tre siti il finanziamento riuscirebbe, invece, a coprire le necessità finanziarie”. Attualmente la Provincia è in attesa dell’emanazione del Piano d’Azione che disciplinerà le modalità di erogazione del finanziamento e stabilirà in modo definitivo entità e destinazione delle somme assentite.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 28 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 giugno - 06:01
I contagi sono in aumento anche in Trentino, nell'ultimo bollettino dell'Apss sono stati registrati oltre 500 casi di positivi in 24 ore. [...]
Cronaca
29 giugno - 20:24
David Dallago ha chiesto di essere ascoltato dalla Pm e questo potrebbe avvenire già entro questa settimana. Nei giorni scorsi, intanto, sono [...]
Cronaca
29 giugno - 20:08
Provincia e Apss intervengono sulla questione dopo i danneggiamenti di questa notte in Piazza Dante: “Il soggetto era già conosciuto e Apss era [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato