Contenuto sponsorizzato

Aveva danneggiato la linea elettrica con il parapendio. Individuato il pilota

Il giovane era finito con la tela contro i fili dell'alta tensione creando blackout ad ampio raggio per oltre 30 minuti

Pubblicato il - 28 ottobre 2017 - 10:34

CAVALESE. E' stato individuato dai Carabinieri di Cavalese il giovane parapendista che nella serata del 16 ottobre scorso era partito da Cermis con il proprio parapendio e, in fase di atterraggio, erano andato a sbattere contro una linea elettrica di 20 mila volta a Masi di Cavalese.

 

La collisione aveva provocato un blackout ad ampio raggio per oltre 30 minuti. La fiammata, generata dal contatto della vela sui cavi era stata notata a centinaia di metri di distanza da più persone e solamente per pura casualità, l'atterraggio del pilota non ha avuto tragiche conseguenze.

 

Di seguito, però, il giovane illeso e impaurito si è allontanato facendo perdere le proprie tracce. I Carabinieri di Cavalese, grazie alla collaborazione della popolazione e del personale del Comune di Cavalese, hanno di seguito avviato dei mirati accertamenti volti all’identificazione dell’autore del danno alla linea elettrica. Il ragazzo è stato in poco tempo individuato e, sentito dagli inquirenti, ha ammesso ogni responsabilità e si è reso disponibile al risarcimento dei danni causati

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 05:01

L'esperienza di Andrea, un 32enne che 11 giorni fa ha presentato i primi sintomi da coronavirus con febbre e stanchezza diffusa. "Mi sono sentito abbandonato dall'Apss, che non mi ha fornito alcuna indicazione su come comportarmi. Quando ho detto loro che ho l'App Immuni per avere quadro più preciso delle persone con cui avevo avuto contatti, la risposta è stata di totale indifferenza"

20 ottobre - 16:57

Gli obiettivi sono contenuti nello schema di accordo con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che ha ricevuto oggi (20 ottobre) il via libera proprio da parte della Giunta provinciale. Ecco quali sono gli interventi che saranno finanziati dai fondi statali. A questi si deve aggiungere, a livello ferroviario, la variante della Val di Riga (150 milioni di euro) a carico di Rfi

21 ottobre - 08:24

Lutto a Levico Terme, Maurizio Nicolini è morto ieri mattina colpito da un infarto. Era coordinatore dell'Appm (l'associazione provinciale per i minori) ed è stato punto di riferimento per l'intera comunità. Tra i suoi ultimi impegni anche l'aiuto nel progetto "Resta a casa passo io"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato