Contenuto sponsorizzato

Bocconi avvelenati a Riva del Garda, l'Amministrazione raccomanda ''massima attenzione''

Rivenuto in un cortile un boccone avvelenato che contiene una sostanza velenosa, un pericoloso pesticida

Pubblicato il - 29 novembre 2017 - 09:41

RIVA DEL GARDA. “Massima attenzione ai bocconi avvelenati” a lanciare l'allarme è l'amministrazione comunale di Riva del Garda dopo che è stato rinvenuto nel cortile di un'abitazione in via Primo Maggio un boccone avvelenato. Ad intervenire immediatamente è stata la polizia locale che ha eseguito un controllo in zona alla ricerca di altri bocconi.

 

Il sospetto boccone avvelenato è stato consegnato tramite un veterinario all'Azienda provinciale per i servizi sanitari, che a sua volta l'ha inviato all'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, a Trento, per le necessarie analisi. Le quali hanno dato esito positivo: il boccone contiene una sostanza velenosa, un pericoloso pesticida. Da qui la raccomandazione a tutti a prestare la massima attenzione e a intervenire tempestivamente in caso di rinvenimento di un sospetto boccone avvelenato.

 

“Nel ricordare che provocare 'per crudeltà o senza necessità' sia la morte, sia sofferenze a un animale è un reato, e facendo presente che simili atti comportano gravi rischi anche per la salute e l’incolumità delle persone – spiega l'Amministrazione - si raccomanda, nel caso di rinvenimento di un sospetto boccone avvelenato, oppure della morte del proprio animale per sospetti bocconi avvelenati, o anche del verificarsi di una sintomatologia riferibile ad avvelenamento, di rivolgersi tempestivamente a un medico veterinario”.

 

Si ricorda inoltre che l'Ordinanza ministeriale del 13 giugno 2016 «Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati», prorogata con O.M. del 21 giugno 2017, fa espresso divieto di «utilizzare in modo improprio, preparare, miscelare e abbandonare esche e bocconi avvelenati o contenenti sostanze nocive o tossiche, compresi vetri, plastiche e metalli o materiale esplodente, che possono causare intossicazioni o lesioni o la morte del soggetto che li ingerisce».

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 15:31

Mentre è evidente a tutti che la curva dell'epidemia è in costante crescita il presidente pare in balia degli eventi e die dati giornalieri e in conferenza stampa dice una cosa mentre nell'ordinanza ne scrive un'altra. Intanto i sindacati attaccano: ''I ristoratori chiedono di ritirare l'ordinanza sulle aperture perché si accorgono che pur essendo aperti la clientela scarseggia, un po’ per paura del contagio, un po’ perché le famiglie hanno sempre meno disponibilità finanziarie''

31 ottobre - 10:26

La decisione è stata presa durante un colloquio in video-conferenza tra i tre presidenti dell'Euregio Fugatti, Platter, e Kompatscher. "Fondamentale la collaborazione e lo scambio continuo tra i territori. Uno dei nostri obiettivi è tenere aperti i confini per garantire la mobilità nei nostri territori e lo spostamento dei pendolari"

31 ottobre - 12:21

Aggiudicandosi il secondo posto e l'importante assegno di 30 mila euro, l'azienda potrà accelerare l'apertura di 3 nuovi Remoove test center nel nord est italiano, che metteranno in esposizione mezzi innovativi pensati per consentire di vivere la ciclabilità indipendentemente dal tipo di disabilità

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato