Contenuto sponsorizzato

Ernesto Valerio scomparso da casa, avviate le ricerche: ''In agenda un appuntamento anche a Rovereto''

Residente a Mantova, in Trentino ha studiato Sociologia. Da ieri perse le sue tracce. La moglie Giulia: "Se qualcuno ha informazioni utili mi contatti"

Pubblicato il - 12 dicembre 2017 - 09:17

TRENTO. Dalla mattina dell'11 dicembre ha fatto perdere le sue tracce, Ernesto Valerio è scomparso nel nulla. La notizia, diffusa dalla moglie Giulia, è rimbalzata sui quotidiani del mantovano, dove la coppia abita da tempo.

 

Dalle informazioni diffuse tra gli altri anche dalla Gazzetta di Mantova, si apprende che la mattina della scomparsa Ernesto aveva due appuntamenti, uno a Brescia e uno a Rovereto. La sua automobile, però, è stata ritrovata in città, facendo per lo meno cadere l'ipotesi di un incidente avvenuto fuori provincia.

 

Ernesto Valerio, imprenditore 34enne e dirigente sportivo nel calcio, ha studiato all'Università di Trento. Sono ancora molti quelli che in città lo ricordano: studiava a sociologia. Ora è scomparso e la moglie lancia l'appello: "Non ho notizie di Ernesto da questa mattina presto. Se qualcuno ha informazioni utili mi contatti".

 

Dalla mattina di ieri Valerio non risponde al telefono, che risulta spento o non raggiungibile. Potrebbe anche essere in Trentino, considerato il suo passato di studente e l'appuntamento a Rovereto.

 

Valerio abita a Mantova con la moglie, città in cui è titolare di Smartidea, uno studio di comunicazione e organizzazione di eventi. La famiglia chiede di diffondere la voce e chiunque avesse informazioni deve rivolgersi ai carabinieri.

 

Questo il messaggio della moglie pubblicato su Facebook:

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato