Contenuto sponsorizzato

Frontale alla Rupe-Rocchetta, sei feriti, le due donne più gravi sono ancora all'ospedale Santa Chiara

L'incidente è avvenuto ieri sera intorno alle 22. Sul posto oltre trenta persone tra vigili del fuoco, carabinieri e soccorsi impegnati fino all'una di notte per gestire il violento sinistro

Pubblicato il - 17 ottobre 2017 - 13:08

MEZZOLOMBARDO. Due donne, una delle quali più grave, sono ricoverate al Santa Chiara di Trento e altre quattro persone ferite invece sono a Cles. Questo il bilancio del violento frontale di ieri sera intorno alle 22 nell'incidente all'uscita delle gallerie di Mezzolombardo in direzione Cles (Qui articolo).

 

La dinamica vede una Fiat Panda di colore rosso in direzione Cles invadere la corsia opposta per scontrarsi frontalmente contro una Fiat Punto, che a sua volta è stata urtata da una Toyota Yaris, che non è riuscita a evitare completamente l'impatto. A avere la peggio è stata la donna alla guida della Panda, che si trova nel reparto di neurologia dell'ospedale di Trento.

 

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Mezzolombardo con pinze idrauliche e il corpo permanente di Trento, i carabinieri della locale stazione, sette ambulanze e un'automedica tra Croce Bianca di Mezzolombardo e Trentino Emergenza per oltre trenta persone impegnate nella gestione dell'incidente tra chiusura della galleria Rupe-Rocchetta, ricostruzione della dinamica, rilievi, pulizie del manto stradale e soccorsi.

 

Anche il servizio Gestione strade ha raggiunto il luogo dell'impatto per gestire la viabilità per un intervento che si è concluso intorno all'una nella notte tra lunedì e martedì.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato