Contenuto sponsorizzato

I richiedenti asilo in piazza Dante per sistemare le aiuole: "Contenti di impegnarci per la città che ci ospita"

I quattro giovani ospiti della Residenza Fersina per tre giorni affiancheranno gli addetti del Servizio Parchi e Giardini

Pubblicato il - 25 October 2017 - 11:43

TRENTO. “Ci piace questo lavoro anche perché è un modo per dire grazie alla città che ci accoglie”, M. ha vent'anni ed è arrivato in Trentino il 26 giugno del 2016 dalla Guinea. Con lui c'è anche J. 35 anni, arrivato dal Ghana, e da un anno e 4 mesi a Trento.

 

Questa mattina si trovavano in piazza Dante con tanto di guanti e attrezzi da lavoro per sistemare le aiuole ai lati del listone.

 

Loro assieme ad altri 2 giovani richiedenti asilo, tutti ospiti della Residenza Fersina, hanno deciso di prendere parte al progetto “Adotta un'aiuola” e per tre giorni, a partire da oggi, affiancheranno gli operai del Servizio Parchi e Giardini del Comune di Trento, per la sistemazione della vegetazione bassa che si trova in piazza Dante.


I quattro ragazzi non riceveranno alcuna retribuzione ma l'obiettivo è quello di offrire un'occasione di integrazione e di conoscenza con la città che li ospita. “L'idea si è sviluppata – ci spiega Roberto Casagranda della cooperativa Kaleidoscopio – assieme al Comune. E' un intervento fondamentale per i ragazzi perchè grazie a questo lavoro possono stare a contatto con la cittadinanza e l'intera città”.

 

I quattro profughi proseguiranno l'impegno anche nella giornata di domani e continueranno ad essere di supporto in particolare alla cura delle aiuole a lato del cosiddetto listone che necessitano di tre interventi di cura all'anno; taglieranno le erbacce e metteranno a dimora nuove, varie piante da fiore.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

04 March - 19:16

Nuovi riscontri alla diffusione della variante inglese in Provincia, dopo il caso dei dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme anche 15 dipendenti di una fabbrica di Trento sono stati contagiati dalla stessa mutazione. Ferro: “La variante inglese ha una grande capacità di contagio soprattutto nei luoghi chiusi”

04 March - 19:19

Sbarcati con un verricello di 20 metri tecnico di elisoccorso, soccorritore e medico, non è restato che constatare il decesso dell'uomo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato