Contenuto sponsorizzato

Incidenti con ungulati, Dallapiccola: ''Niente rimborso, i cittadini si facciano l'assicurazione kasco''

Giacomo Bezzi aveva chiesto alla Giunta di ripensare la politica di indennizzo ma l'assessore l'ha gelato: "Per integrare la polizza bastano poche decine di euro". La mozione è stata bocciata

Pubblicato il - 08 novembre 2017 - 10:57

TRENTO. "Incidenti con cervi, cinghiali e caprioli? I cittadini si facciano l'assicurazione kasco". Ha risposto così l'assessore Michele Dallapiccola al consigliere Giacomo Bezzi che chiedeva alla Giunta, con una mozione, di ripensare la sua politica di indennizzo in caso di investimento di ungulati.

 

Una risposta che ha fatto arrabbiare il consigliere. "L’assessore ha banalmente osservato che i privati cittadini, con 'poche decine di euro' di integrazione della polizza, possono garantirsi l’indennizzo di eventuali danni causati dagli ungulati".

 

"Partendo dal dato di fatto che non tutti si possono permettere la polizza kasco, molte famiglie non sottoscrivono la polizza e conseguentemente il costo della riparazione o in alcuni casi della demolizione dell’automezzo, può mettere in crisi i bilanci familiari di diversi cittadini.

 

Dallapiccola, conti alla mano, ha spiegato che la Provincia, con la decisione di non corrispondere il rimborso dei danni, ha risparmiato un milione di euro. "Ma la Provincia ha poco da vantarsi - ha commentato Bezzi - piuttosto dovrebbe vergognarsi, perché agendo in questo modo ha addossato ai cittadini un ulteriore aggravio"

 

"Anche in questo caso - ha affermato il consigliere - i territori periferici pagano un dazio maggiore rispetto alla città, sempre meno sostenuti da questo governo di centrosinistra autonomista che si sta rilevando incompetente e inadatto a proporre soluzioni valide".

 

Sull'argomento è intervenuto anche il consigliere Claudio Civettini che ha parlato di "tassa sugli ungulati", considerando che il fenomeno dell'investimento di cervi, caprioli e cinghiali sono più di 700 ogni anno

 

La mozione è stata bocciata dalla maggioranza. Per avere il rimborso dei danni bisogna andare in tribunale e dimostrare che la colpa è della Provincia, una strada che nessuno sceglie, non di certo quelli che non hanno neanche i soldi per permettersi un'assicurazione kasco

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 18:47

Ancora nulla di definito in Trentino rispetto al Dpcm comunicato in giornata dal presidente Giuseppe Conte. Il presidente Maurizio Fugatti: "Stiamo lavorando all'ordinanza. Pensiamo che se ci sono i protocolli per tenere bar e ristoranti aperti a pranzo, si possa chiudere dopo cena". Sulla didattica a distanza, invece, il Trentino tira dritto. "Il comitato scientifico ci ha detto che possiamo proseguire così"

25 ottobre - 14:02

Sarebbe stato un malore a portarsi via Nicola Bevilacqua di 36 anni. E' successo a Valdagno e l'uomo sarebbe stato colpito da un arresto cardiocircolatorio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato