Contenuto sponsorizzato

L'orso trentino e quello greco sono parenti ma vi sono tracce anche di quello Marsicano

Lo studio è stato pubblicato nella prestigiosa rivista PNAS. Tra gli autori che hanno contribuito al sequenziamento e all'analisi di diversi genomi ci sono anche i ricercatori di San Michele Omar Rota Stabelli, Cristiano Vernesi e Matteo Girardi

Pubblicato il - 26 ottobre 2017 - 20:35

TRENTO. Un certo grado di parentela tra l'orso trentino/sloveno con l' orso greco ma anche con quello Marsicano. Questo uno dei risultati contenuti nella ricerca coordinata dall'Università di Ferrara e pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica PNAS che ha visto protagonista anche alcuni ricercatori della Fondazione Edmund Mach.

 

Tra gli autori che hanno contribuito al sequenziamento e all'analisi di diversi genomi di orso bruno europeo, infatti, ci sarebbero anche i ricercatori di San Michele, Omar Rota Stabelli, Cristiano Vernesi e Matteo Girardi.

 

L'articolo scientifico aiuta a comprendere la biologia dell'orso e a ricostruire la storia delle popolazioni in Europa. Le attività di ricerca FEM hanno riguardato il campionamento di un individuo sull'Adamello. E' stata fatta l'estrazione e il controllo qualità di tutti i genomi e la costruzione dei relativi alberi filogenetici.

 

La pubblicazione è concentrata sulla storia dell'orso marsicano e sulla sua conservazione, mentre l'orso trentino (alpino-sloveno), greco, spagnolo e slovacco sono stati utilizzati per la comparazione genetica.

 

Omar Rota Stabelli ha effettuato le analisi filogenetiche cioè ha ricostruito le parentele tra i diversi orsi; Cristiano Vernesi e Matteo Girardi si sono occupati, invece, del campionamento dell'orso alpino, uno dei primi esemplari introdotti dalla Slovenia, delle estrazioni e del controllo di qualità del DNA genomico di tutti gli altri orsi (marsicano incluso) oggetto del presente lavoro.

Le analisi, come già detto, hanno portato a due storie differenti ma complementari per l'orso trentino. Il genoma del nucleo indica un certo grado di parentela tra l'orso trentino/sloveno e l'orso greco. Il genoma mitocondriale, che è invece direttamente trasmesso dalla madre ai figli, indica che l'orso trentino è molto simile al Marsicano. Questo è dovuto molto probabilmente al fatto che mentre la femmina è più stanziale, il maschio si sposta con più facilità per cui il genoma nucleare, che è per metà di eredità paterna racconta una storia differente.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 16:03

Si tratta di una coppia, tutti i colleghi sono stati sottoposti a tampone al laboratorio dell'Azienda sanitaria e sono risultati negativi. La Mach: ''E' la dimostrazione dell’efficacia dei protocolli antiCovid 19 adottati" ed interviene anche il direttore dell'Apss che ha precisato come il contagio non possa essere avvenuto all’interno dei luoghi di lavoro

22 ottobre - 13:19

Una proposta semplice quanto efficace che permetterebbe agli esercenti di ''salvare'' la stagione come avvenuto in estate tra plateatici allargati e tavolini all'aperto. Con il freddo si dovrebbe, altrimenti, tornare al chiuso ma tra regole sul distanziamento e la paura del ritorno del Covid-19 il rischio che gli spazi coperti restino semi-vuoti appare molto concreto

22 ottobre - 12:31
Un elenco che contiene buona parte dell'Italia, ma anche dell'Austria, così come Polonia, Croazia, Svezia e Svizzera. Nelle scorse settimane invece la Svizzera ha inserito nell'elenco delle aree a rischio Veneto, Campania, Sardegna e Liguria
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato