Contenuto sponsorizzato

Muore schiacciato dall'auto mentre montava le catene

L'incidente è avvenuto in Alto Adige a un 75enne di Bronzolo. L'uomo si trovava a Verano e prima di percorrere una stradina ha deciso di montare le catene all'auto

Pubblicato il - 30 dicembre 2017 - 11:45

BOLZANO. Stava per affrontare una stradina di montagna e allora ha deciso di montare le catene ma è rimasto schiacciato dall'auto riportando delle ferite gravissime che si sono rivelate mortali. Il drammatico incidente si è verificato ieri notte intorno alle 22 in Alto Adige.

 

L'uomo, un 75enne di Bronzolo, Walter Pizzini, si trovava a Verano, nel meranese, sopra quota mille metri, e vista la neve caduta copiosa negli scorsi giorni e il ghiaccio che ricopriva il manto stradale ha deciso di montare le catene alla sua auto. Probabilmente, però, non ha inserito il freno a mano o questo si è sganciato mentre lui si trovava sotto il veicolo. Fatto sta che l'auto si è spostata travolgendolo.

 

L'uomo ha riportato subito delle gravissime ferite e dopo pochi istanti è morto sul posto. Immediatamente sono stati contattati i carabinieri per accertare la dinamica di quanto accaduto. Sul posto è stata anche chiamata la croce bianca e l'elicottero dell'Aiut Alpin ma per il 75enne non c'era più niente da fare.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 05:01

Nei giorni scorsi è avvenuta la chiusura di Gaudì, uno dei principali negozi di abbigliamento in centro storico a Trento. Ma ci sono anche altre catene, di abbigliamento e arredamento, che potrebbero essere pronte a fare le valige nei prossimi mesi. Massimo Piffer: ''Non dobbiamo abbandonare la piazza, i rapporti umani e i confronti. Abbiamo bisogno di una riprogrammazione urbanistica commerciale''

03 marzo - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 marzo - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato