Contenuto sponsorizzato

Sul Bondone cinque strutture all'asta

Da Vaneze a Lagolo, passando per Norge e Vason, all'asta la Discoteca Studio Uno e quindi gli hotel Norge, Dolomiti Chalet, Piccolo Principe e Floriani

Di Luca Andreazza - 16 October 2017 - 09:47

TRENTO. Da Vaneze a Lagolo, passando per Norge e Vason, un pokerissimo di strutture all'asta sul Bondone. L'ultimo in ordine di tempo è il Dolomiti Chalet Family hotel e la prima asta è fissata per il 30 novembre alla base di 1 milione e 600 mila e un rilancio minimo di 17 mila euro. L'hotel, un tre stelle a Vason, aveva ricevuto al tempo del Patto territoriale un contributo provinciale da un milione e 165 mila per la ristrutturazione.

 

L'hotel è in buono stato e regolarmente operativo è distribuito su quattro piani fuori terra ed uno seminterrato, dotato di ascensore e composto da 56 stanze con bagno e balcone o terrazzo, zona bar, ampia sala ristorante, cucina, locali accessori e spazi esterni in parte adibiti a posti auto.

 

Scendendo di qualche chilometro, all'asta c'è l'hotel Norge, struttura quattro stelle con centro benessere. Un albergo costato circa 4,8 milioni di euro, finanziato dalla Provincia con un milione e 747 mila euro e finito alla asta per 2,5 milioni di euro. I primi due appuntamenti sono finiti deserti e ora si riparte il 19 ottobre da un milione e 806 mila euro e un rialzo minimo di 19 mila euro.

 

La struttura è in buono stato che si prepara per l'inverno si sviluppa su tre piani fuori terra, alcuni soppalchi nel sottotetto e due piani interrati, composto da 38 stanze, centro benessere con piscina, centro estetico, palestra, mini club, tre sale ristorante, bar, cucina, reception, depositi, locali accessori ed ampia terrazza/solarium esterna; area antistante adibita a parcheggio e spazi esterni a prato.

 

Il 16 novembre ritorna invece sul mercato anche la Discoteca Studio Uno a Vaneze e dopo un primo tentativo senza successo, si riparte da 400 mila euro

 

Restando sul Bondone, ma spostandosi sull'altro versante, si trovano due hotel finiti nella morsa della crisi finanziaria. Il Piccolo Principe Suite, un gioiellino, e Albergo Floriani, entrambi a Lagolo e travolti dalle difficoltà della sua proprietà, fallita nel 2013, nonostante i contributi ottenuti per ampliare e ristrutturare le strutture di proprietà.

 

L'hotel aveva ricevuto un contributo di circa un milione e 642 mila euro dei 3 milioni e 796 mila euro spesi per la ristrutturazione e l’ampliamento. All'asta anche a settembre, si partiva da 949.973,63 euro per il Floriani e 1.230.848 euro per il Piccolo Principe.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 maggio - 13:06
Dalla  maestria del lavoro artigianale con la creazione e la decorazione di ceramiche con l'argilla bianca alla passione per il passato e alle [...]
Cronaca
15 maggio - 13:58
L'incidente era avvenuto il 20 aprile scorso e le sue condizioni si erano dimostrate fin da subito molto gravi. Purtroppo non si è più [...]
Cronaca
14 maggio - 19:51
Nel suo ultimo blog l'ex rettore dell'Università di Trento riporta una serie di considerazioni sulla scelta di allungare la distanza tra la prima [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato