Contenuto sponsorizzato

Adunata, parte la lotta delle bandiere. Spunta anche quella che inneggia al Tirol

In vista della grande sfilata degli Alpini in città, i tricolori sventolano su ogni palo della luce, ma sulle finestre delle case compaiono le versioni 'storiche' del Regno d'Italia e quelle provocatorie bianche e rosse del Tirolo

Di db - 01 maggio 2018 - 18:26

TRENTO. Di tricolori ce ne sono più d'uno per ogni lampione della città, ma garriscono al vento anche a Rovereto e in ogni dove del Trentino il benvenuto agli alpini è rappresentato dai colori della bandiera italiana. Poco a poco, all'avvicinarsi dell'adunata, anche a balconi e finestre sono appesi i drappi verdi bianchi e rossi.

 

Ma tra le tante bandiere fanno mostra di sé anche quelle 'storiche'. In via Manci, all'incrocio con via Oss Mazzurana, un grande drappo con lo stemma sabaudo è visibile fin da lontano. L'ha esposto Giancarlo Longo: "Era in un vecchio baule in cantina, è di lino - spiega - e chissà di chi è, se dei miei genitori, dei miei zii".

 

Una digressione sul tema, una bandiera del Regno d'Italia con tanto di emblema di casa Savoia. Ma in fin dei conti 'in linea' con la tradizione italiana. Niente a che vedere con la 'provocazione' che sventola in via Santissima Trinità, all'incrocio di via Mazzini: lì c'è esposta la bandiera del Tirolo.

 

Qui non c'è dubbio che si tratti di uno sgarbo storico-politico. "Qui era Tirolo, gli Alpini ci hanno invaso". Un'affermazione che serpeggia tra i nostalgici del Tirolo storico simboleggiata da una bandiera che tra le altre si fa notare. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato