Contenuto sponsorizzato

"Carico non autorizzato di rifiuti pericolosi", fermato a Trento un autocarro con bombole di gas, cavi elettrici e tubi in rame

L'intervento della Polizia locale con il personale del Nucleo operativo ambientale. Sequestrato l'autocarro ai fini della confisca

Pubblicato il - 20 marzo 2018 - 12:47

TRENTO. Trasportava bombola di gas, cavi elettrici e rubi in rame. E' stato bloccato nei primi giorni di marzo dagli agenti dei servizi esterni della polizia locale, a Trento nord, un autocarro cassonato aperto, che occultava il carico con un telone.

 

L'autocarro in oggetto, come già detto, trasportava 6 bombole di gas, per uso domestico, complete di valvola, alcuni scatoloni e un bidone da 15 chilogrammi, contenenti cavi elettrici, vari tubi in rame e profili metallici.

 

Dopo accurati accertamenti e ricerche in collaborazione con il personale del Nucleo operativo ambientale, è stato contestato all'autista dell'automezzo, un uomo italiano, il reato previsto e punito dall'articolo 256 comma 1 lettera b) del testo unico in materia di ambiente.

 

La norma punisce chiunque effettua una attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione con la pena dell'arresto da sei mesi a due anni e con l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro se si tratta di rifiuti pericolosi. Prevede inoltre il sequestro dell'autocarro ai fini della confisca.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

22 novembre - 12:48
L'incidente è successo poco dopo le 9, quando Paternoster è stata investita da un veicolo. Secondo le prime informazioni, la ciclista stava pedalando in rotatoria e quindi è arrivata un'auto da via Fornace. Sul posto ambulanza e polizia locale Alto Garda e Ledro
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato