Contenuto sponsorizzato

"Carico non autorizzato di rifiuti pericolosi", fermato a Trento un autocarro con bombole di gas, cavi elettrici e tubi in rame

L'intervento della Polizia locale con il personale del Nucleo operativo ambientale. Sequestrato l'autocarro ai fini della confisca

Pubblicato il - 20 marzo 2018 - 12:47

TRENTO. Trasportava bombola di gas, cavi elettrici e rubi in rame. E' stato bloccato nei primi giorni di marzo dagli agenti dei servizi esterni della polizia locale, a Trento nord, un autocarro cassonato aperto, che occultava il carico con un telone.

 

L'autocarro in oggetto, come già detto, trasportava 6 bombole di gas, per uso domestico, complete di valvola, alcuni scatoloni e un bidone da 15 chilogrammi, contenenti cavi elettrici, vari tubi in rame e profili metallici.

 

Dopo accurati accertamenti e ricerche in collaborazione con il personale del Nucleo operativo ambientale, è stato contestato all'autista dell'automezzo, un uomo italiano, il reato previsto e punito dall'articolo 256 comma 1 lettera b) del testo unico in materia di ambiente.

 

La norma punisce chiunque effettua una attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione con la pena dell'arresto da sei mesi a due anni e con l'ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro se si tratta di rifiuti pericolosi. Prevede inoltre il sequestro dell'autocarro ai fini della confisca.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 dicembre - 13:59

Le precipitazioni che stanno colpendo il Trentino stanno portando forti nevicate anche a quote molto basse. In Val di Non e Sole nel fondo valle sono caduti circa 40-60 centimetri. Ecco il dettaglio delle strade e del livello della neve in provincia

05 dicembre - 12:20

Lo sfogo di una mamma trentina che, dopo aver rispettato tutte le direttive e le regole durante il periodo di quarantena, ora si sente presa in giro. "Credevo nell’Apss e nella Provincia, ma sono stata una povera cretina. Questa mattina i carabinieri mi volevano fare una multa da 450 euro perché risultavo essere ancora positiva, quando ho ricevuto il tampone negativo una settimana fa e sono tornata al lavoro da giorni"

05 dicembre - 11:09

Il maltempo che si sta abbattendo sull'Alto Adige nelle ultime ore sta creando numerosi disagi. Si registrano problemi in A22 verso il Brennero per i mezzi pesanti, ma su tutto il territorio sono attivi i vigili del fuoco volontari e permanenti per auto bloccate, allagamenti e alberi schiantati a terra per il peso della neve. Oggi è "allerta rossa" e nelle prossime ore si attende un peggioramento della situazione metereologica 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato