Contenuto sponsorizzato

Donna aggredisce a morsi i carabinieri e tenta di rubare la pistola

E' successo poco prima della mezzanotte di mercoledì. I carabinieri della Compagnia di Trento stavano svolgendo un normale controllo. La donna alla richiesta dei documenti è andata in escandescenza  

Pubblicato il - 30 novembre 2018 - 08:25

TRENTO. Doveva essere un normale controllo ma invece si è trasformato in una vera e propria aggressione con una donna che ha iniziato a prendere a morsi i carabinieri e ad uno di loro ha addirittura tentato anche di rubare la pistola.

 

Il fatto è successo poco prima della mezzanotte di mercoledì. La donna era stata fermata dai carabinieri della Compagnia di Trento per un normale controllo nell'ambito dell'attività portata avanti per la prevenzione e la repressione dei reati sul territorio.

 

Dopo aver chiesto i documenti, però, la donna è andata in escandescenza iniziando ad inveire contro i militari e prendendoli a morsi. Ad uno di loro, come già detto, ha tentato di prendere la pistola senza però fortunatamente riuscirci.

 

I militari, dopo essere riusciti a bloccare e portare alla calma la donna, l'hanno trasferita in caserma e dovrà rispondere di tentata rapita e resistenza a pubblico ufficiale.  Tre carabinieri hanno fatto ricorso alle cure mediche. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 13:31

In questi giorni emergono tante segnalazioni di persone in difficoltà nel rapporto con le autorità sanitarie. Anche l'Ordine dei medici si è speso per potenziare e ottimizzare il contact tracing: un sistema forte di tamponi/tracciamento/isolamento per fronteggiare la diffusione dell'epidemia. Zeni: "C'è anche un coinvolgimento scarso delle professioni sanitari. Alla Centrale Covid sono preparati, ma troppo pochi per gestire l'iter"

26 ottobre - 12:23

Le nuove regole contenute nell'ultimo Dpcm firmato dal presidente Conte prevedono la chiusura dei bar e ristoranti alle 18. Accanto alla indignazione di molti c'è anche chi, come Stefano Bertoni, decide di "trasformare i limiti in opportunità''

26 ottobre - 11:23

Ci sono 127 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 27 quelli nelle strutture private convenzionate, mentre sono sempre 12 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 35 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato