Contenuto sponsorizzato

Dorme in un bar, quando si sveglia dà in escandescenza. Paura in Torre Vanga a Trento

L'uomo, presumibilmente sotto l'effetto dell'alcol, dopo essere stato invitato dalla barista a spostarsi ha creato scompiglio rompendo una bottiglia e tentando di mettere le mani addosso ai clienti del locale. Sul posto i Carabinieri e la Guardia di Finanza 

Pubblicato il - 15 agosto 2018 - 10:50

TRENTO. Paura questa mattina in via Torre Vanga all'interno del Joyce Bar. Un uomo, che si trovava all'interno del locale, si era seduto nella sala giochi e, sotto presumibilmente all'effetto dell'alcol, si era messo a dormire. La titolare dopo un po' di tempo lo ha invitato a spostarsi.

 

“Era in una sala e stava dormendo – ci viene spiegato – e non era bello da vedere per i clienti che entravano a fare colazione. Ho quindi solo chiesto gentilmente di spostarsi e di cambiare sala. Non è possibile che uno faccia la notte in bianco e poi si comporti in questo modo”.

 

Un invito, però, che ha dato in escandescenza l'uomo. Ha infatti rotto una bottiglia di vetro, ha iniziato ad imprecare contro tutti ed ha anche tentato di mettere le mani addosso alla barista e ad alcuni clienti che si trovavano terrorizzati nel locale.

 

E' stato dato quindi l'allarme e sul posto si sono portate tre macchine dei carabinieri e un mezzo della Guardia di Finanza. L'uomo, non senza fatica, è stato fatto uscire dal locale. All'esterno si è gettato a terra divincolandosi e rendendo l'intervento delle forze dell'ordine più difficile. Alla fine è stato fatto salire in auto e portato in caserma.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 06:01

Sono 35 le aziende che in queste ultime tre settimane hanno scelto di sottoporre i propri dipendenti al test sierologico. Azelio De Santa: "Le aziende investono su questo strumento di indagine, ed è giusto che ricevano un riscontro efficiente da parte dell'Azienda sanitaria. Nella fase-2 e nella fase-3, infatti, l'obiettivo sarà quello di localizzare velocemente i focolai e gestirli in modo veloce e efficace. Serve chiarezza"

29 maggio - 18:51

Le disposizioni valide fino al 15 ottobre riguardano lo svolgimento di eventi, competizioni sportive, manifestazioni, convegni, rassegne e iniziative di carattere sovra-regionale, nazionale o internazionale, previsti negli spazi chiusi o all'aperto. Se si vuole provare a organizzare qualcosa è eventualmente necessario seguire protocolli e seguire linee guida speciali

29 maggio - 21:27

Troppo gravi le ferite riportate nel tamponamento, nonostante il tempestivo intervento della macchina dei soccorsi e le successive cure in ospedale, il 67enne si è spento. Le autorità hanno già provveduto a informare l'ambasciata di riferimento per le procedure e gli iter del caso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato