Contenuto sponsorizzato

Falsifica targa e telaio di una Ferrari, denunciato un romano in vacanza in Alto Adige

Il veicolo, stimato in un valore attuale di circa 150 mila euro, era oggetto del reato di appropriazione indebita nell’anno 2016 in danno di una società di leasing di Monza

Pubblicato il - 14 agosto 2018 - 21:22

BRUNICO. Aveva alterato il numero del telaio e contraffatto la targa. A finire nei guai è stato un uomo residente a Roma che era arrivato con la propria Ferrari FF in Alto Adige per qualche giorno di vacanza.

 

Domenica scorsa il personale dipendente dal Distaccamento Polizia Stradale di Brunico, durante un servizio di vigilanza stradale a San Cassiano nel comune di Badia, ha deciso di controllare il mezzo che si trovava in sosta su un parcheggio adiacente alla carreggiata stradale, sulla quale era apposta una targa bulgara, i cui caratteri alfanumerici non risultavano conformi alla normativa vigente , ingenerando sospetti sulla sua autenticità.

 

Anche i documenti di circolazione e di proprietà esibiti in seguito dal possessore del veicolo, unitamente alle dichiarazioni rese dal medesimo, facevano emergere notevoli incongruenze e palesi irregolarità.

 

La pattuglia procedeva pertanto al sequestro preventivo del veicolo al fine di svolgere i necessari riscontri. Dopo una serie di approfonditi accertamenti tecnici effettuati con il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale del Trentino Alto Adige e Belluno, emergeva che il predetto veicolo, stimato in un valore attuale di circa 150 mila euro, era oggetto del reato di appropriazione indebita nell’anno 2016 in danno di una società di leasing di Monza.

 

Mediante un’abile contraffazione, il numero di telaio originale era stato alterato modificandolo con un numero di telaio corrispondente ad un veicolo circolante in uno stato estero, in modo tale da renderne difficoltosa l’identificazione e la provenienza delittuosa.

 

Le targhe, risultate false, venivano pertanto sottoposte a sequestro giudiziario, così come i documenti di circolazione del veicolo, che veniva affidato in custodia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Il conducente è stato denunciato per ricettazione, mentre ulteriori accertamenti saranno svolti nei prossimi giorni sull’evento delittuoso, al fine di individuare compiutamente eventuali ulteriori profili di carattere penale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 06:01

Sono 35 le aziende che in queste ultime tre settimane hanno scelto di sottoporre i propri dipendenti al test sierologico. Azelio De Santa: "Le aziende investono su questo strumento di indagine, ed è giusto che ricevano un riscontro efficiente da parte dell'Azienda sanitaria. Nella fase-2 e nella fase-3, infatti, l'obiettivo sarà quello di localizzare velocemente i focolai e gestirli in modo veloce e efficace. Serve chiarezza"

30 maggio - 09:20

Ieri sera il vertice di Governo. Dopo quasi tre mesi dal 3 giugno sarà possibile tornare a muoversi liberamente in tutta Italia. I dati continueranno comunque essere monitorati molto attentamente dal Governo e il ministro Boccia nelle prossime ore sentirà i vari presidenti delle regioni 

30 maggio - 09:20

Ieri sera il vertice di Governo. Dopo quasi tre mesi dal 3 giugno sarà possibile tornare a muoversi liberamente in tutta Italia. I dati continueranno comunque essere monitorati molto attentamente dal Governo e il ministro Boccia nelle prossime ore sentirà i vari presidenti delle regioni 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato