Contenuto sponsorizzato

In fuga per evitare l'etilometro ma viene formato poco dopo. Bloccato anche un minore in possesso di droga

Maxi controlli nella zona della Busa. Sono stati controllati 32 veicoli e 46 persone 

Pubblicato il - 23 settembre 2018 - 14:28

RIVA DEL GARDA. Ha tentato la fuga per evitare di essere controllato ma dopo solo un chilometro è stato bloccato dalle forze dell'ordine. E' successo durante un maxi controllo che è avvenuto nella zona della Busa messo in campo dai carabinieri per contrastare l’abuso di sostanze alcoliche ed il consumo di stupefacenti.

 

Il controllo è durato circa una settimana, ripetendosi in diverse serate, soprattutto quelle con i locali del divertimento aperti, con posti di controllo e utilizzo di etilometri.

 

Il computo finale è di 5 denunciati per guida in stato d’ebbrezza alcolica, una donna e quattro uomini, tutti compresi tra i 28 ai 54 anni, con valori da 0,57 a 1,61 g/L di alcol nel sangue. Sono 5 le patenti ritirate immediatamente sul posto.

 

Il giovane di 28 anni di Arco che ha tentato fuggire per evitare il controllo gli è stata comminata una sanzione di 334 euro.

 

Nel corso dei controlli non sono mancate le perquisizioni, nove in tutto, che hanno consentito di ritrovare quasi 10 grammi di stupefacente. Due i giovani segnalati, di cui uno minorenne.

Il servizio in totale ha visto l’impiego di 12 operatori di polizia e 5 mezzi. Nel corso del servizio sono stati controllati 32 veicoli e 46 persone.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato