Contenuto sponsorizzato

In San Marco entrano nel negozio e rubano una katana, una spada giapponese

Tre uomini intorno alle 18 sono entrati nella Coltelleria San Marco, hanno distratto una commessa e si sono appropriati della spada

Pubblicato il - 29 March 2018 - 18:44

TRENTO. Hanno rubato nientemeno che una katana, una spada giapponese delle più classiche, quelle a lama curva che siamo abituati a vedere nelle mani dei samurai e guerrieri in film e cartoni. E, invece, questa è la realtà.

 

Siamo a Trento, in zona San Marco quando, nel tardo pomeriggio, tre uomini stranieri sono entrati nel negozio "Coltelleria San Marco" e, dopo essersi aggirati per un po' all'interno dell'esercizio commerciale si sono appropriati di una delle spade esposte in bella mostra anche in vetrina.

 

I tre, raccontano i negozianti, erano già passati nel primo pomeriggio, probabilmente per fare un giro di perlustrazione. Poi sono tornati intorno alle 18. Uno di loro ha lasciato cadere un pezzo di carta, la commessa si è piegata per raccoglierlo e loro, dopo aver afferrato la spada, si sono dati alla fuga.

 

La katana in questione, non era di quelle affilate (che sono considerate vere e proprie armi, per essere acquistate serve il porto d'armi ed hanno un alto valore commerciale di oltre 200 euro). La polizia è subito arrivata sul posto. Tutto il furto è stato ripreso dalle telecamere e le forze dell'ordine sono già sulle tracce dei ladri.  

 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato