Contenuto sponsorizzato

In San Marco entrano nel negozio e rubano una katana, una spada giapponese

Tre uomini intorno alle 18 sono entrati nella Coltelleria San Marco, hanno distratto una commessa e si sono appropriati della spada

Pubblicato il - 29 marzo 2018 - 18:44

TRENTO. Hanno rubato nientemeno che una katana, una spada giapponese delle più classiche, quelle a lama curva che siamo abituati a vedere nelle mani dei samurai e guerrieri in film e cartoni. E, invece, questa è la realtà.

 

Siamo a Trento, in zona San Marco quando, nel tardo pomeriggio, tre uomini stranieri sono entrati nel negozio "Coltelleria San Marco" e, dopo essersi aggirati per un po' all'interno dell'esercizio commerciale si sono appropriati di una delle spade esposte in bella mostra anche in vetrina.

 

I tre, raccontano i negozianti, erano già passati nel primo pomeriggio, probabilmente per fare un giro di perlustrazione. Poi sono tornati intorno alle 18. Uno di loro ha lasciato cadere un pezzo di carta, la commessa si è piegata per raccoglierlo e loro, dopo aver afferrato la spada, si sono dati alla fuga.

 

La katana in questione, non era di quelle affilate (che sono considerate vere e proprie armi, per essere acquistate serve il porto d'armi ed hanno un alto valore commerciale di oltre 200 euro). La polizia è subito arrivata sul posto. Tutto il furto è stato ripreso dalle telecamere e le forze dell'ordine sono già sulle tracce dei ladri.  

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 19:08

Si sono conosciuti in piazza a Novara. Entrambi hanno perso lavoro e casa e poi sono partiti in treno per cercare qualche città dove iniziare una nuova vita assieme. Sono arrivati a Trento da circa un mese e mezzo. Non hanno soldi ed ora con l'arrivo del freddo hanno paura di non farcela

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 19:02

La società Autostrada del Brennero, in accordo con la polizia stradale, ha approntato per la nottata in arrivo delle misure cautelative per impedire gravi turbative alla circolazione dell'asse autostradale. Tra Mezzocorona ed Egna sarà possibile circolare solo su una corsia, evitando la creazione di disagi dovuti a mezzi pesanti in panne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato