Contenuto sponsorizzato

Inchiesta sulla sanità, trasferiti ad altro incarico due persone indagate

Il provvedimento è stato assunto dal direttore generale Paolo Bordon a tutela dell'Azienda. Tre gli indagati dell'Azienda sanitaria in Alto Adige 

Pubblicato il - 31 gennaio 2018 - 11:27

TRENTO. Il direttore generale dell'Azienda sanitaria trentina, Paolo Bordon, a seguito dell'inchiesta coordinata dai pm Liverani e Russo su presunte mazzette e gare pilotate, ha assunto un provvedimento di trasferimento, in comune accordo, di due persone indagate.

 

Per i due trasferiti ad altro incarico le gravi accuse sarebbero associazione a delinquere finalizzata a turbativa d'asta, corruzione e rivelazione di segreti.

 

Le delibere assunte dal direttore dell'Azienda sanitaria saranno secretate per non creare ripercussioni sulle indagini. Le indagini sono partite da ormai diversi mesi con l'utilizzo anche di intercettazioni telefoniche, analisi delle documentazioni, e da ultimo le perquisizioni negli uffici e abitazioni degli indagati. Il lavoro degli inquirenti avrebbe messo in luce che una decina di gare d'appalto sarebbero state pilotate, assegnate previo scambio di "contributi" e piaceri, vere e proprie mazzette.

 

L'inchiesta oltre a coinvolgere l'azienda sanitaria di Trento riguarderebbe anche la sanità in Alto Adige dove le indagini riguarderebbero due persone di Bolzano e una di Merano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 dicembre - 19:17

Sono stati pubblicati i dati Istat relativi ai nomi più gettonati. Si confermano (ancora una volta) quelli più tradizionali, con qualche singolare novità. Ecco tutti i dati, regione per regione

08 dicembre - 12:24

I forestali hanno riferito di segnalazioni di lupo pervenute anche questo autunno principalmente dalla porzione orientale dei territorio provinciale. Si sono registrati anche alcuni danni, per lo più su bestiame non protetto con recinzioni elettrificate

08 dicembre - 11:22

E' successo la scorsa mattina nel bresciano. L'autista è stato poi aiutato nella retromarcia dai vigili del fuoco e dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato