Contenuto sponsorizzato

La madre lo trova a terra senza vita, un 69enne di Cles è precipitato dal terzo piano

Era impegnato in alcuni lavori nella sua abitazione a Fiavè. Immediato l'allarme, ma il personale sanitario non ha potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo
QUI AGGIORNAMENTO

Pubblicato il - 16 agosto 2018 - 16:49

FIAVE'. Tragedia intorno alle 15.30 nelle Giudicarie. Un uomo di 69 anni di Cles è caduto dal solaio.

 

E' successo a Fiavè, un uomo stava lavorando all'interno in cantiere per ristrutturare la sua abitazione, quando è precipitato dal terzo piano per finire violentemente a terra.

 

E' stato ritrovato dalla madre e immediatamente è scattato l'allarme. 

 

Sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza e elicottero, i vigili del fuoco di zona e i carabinieri per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica.

 

Una volta giunto sul luogo, il personale sanitario ha subito avviato le manovre di rianimazione, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite riportate nella caduta.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 13:07

Quando aveva 12 anni Ibrahim Songne è arrivato dal Burkina Faso a Trento. Qui ha studiato all'Enaip e dopo aver lavorato in un panificio-pasticceria ha deciso di realizzare il suo sogno di aprire un proprio locale. Nel 2018 in via Cavour a Trento apre "Ibris''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato