Contenuto sponsorizzato

La sezione Arco-Riva lancia sette nuovi giovanissimi arbitri

Tanto entusiasmo, tanta energia e molta curiosità per la nuova avventura che vedrà i fischietti protagonisti sui terreni di gioco della Provincia di Trento: accompagnati dai tutor, faranno i loro rispettivi esordi nelle prossime giornate nel campionato di Giovanissimi Provinciali

Pubblicato il - 23 febbraio 2018 - 16:15

TRENTO. Sono sette i nuovi arbitri in Trentino, tutti in grado si superare a pieni voti la prova d'esame d'idoneità alla Sezione di Arco-Riva di mercoledì 21 febbraio scorso.

 

Il corso, che è stato tenuto dal presidente, dal segretario Marcantonio Giannone e dal collaboratore Michele Mancabelli, è cominciato nella seconda metà di novembre, si è concluso un paio di settimane prima della data dell'esame.

 

Tanto entusiasmo, tanta energia e molta curiosità per la nuova avventura che vedrà i fischietti protagonisti sui terreni di gioco della Provincia di Trento: accompagnati dai tutor, faranno i loro rispettivi esordi nelle prossime giornate nel campionato di Giovanissimi Provinciali.

 

La selezione non è ancora terminata e gli aspiranti arbitri possono partecipare al prossimo corso. Sono ammessi ragazzi e ragazze di età compresa tra i 15 e i 35 anni. La qualifica di arbitro Aia dà diritto alla tessera federale con la quale si può accedere gratuitamente a tutti gli stadi sul territorio nazionale, anche di serie A, mentre agli studenti vengono riconosciuti crediti formativi e per ogni gara diretta si ha diritto a un compenso economico (Qui info).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

21 novembre - 18:19

Una prima analisi dell'amministrazione comunale ha permesso di censire circa 191 seconde case a fronte di 993 abitanti. Zanetti: "Un numero significativo che già preannunciava una partenza interessante per il progetto. Speriamo di rafforzare le adesioni nel prossimo futuro" 

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato