Contenuto sponsorizzato

Maltempo, i vigili del fuoco mettono in sicurezza e salvano la storica chiesetta di San Biagio

La strada per raggiungere la chiesa era stata interrotta a causa del maltempo. I vigili del fuoco sono riusciti a raggiungere la struttura per verificare eventuali danni 

Di gf - 11 novembre 2018 - 19:01

LEVICO. Dopo il maltempo proseguono i controlli sul territorio da parte dei corpi dei vigili del fuoco volontari. Con il passare dei giorni numerose strade, interrotte a causa di alberi abbattuti oppure frane, sono tornate ad essere fruibili e questo ha permesso di raggiungere edifici storici  per verificarne la stabilità e l'eventuale presenza di danni causati dal maltempo.

 

E' il caso dell'antica chiesa di San Biagio che si trova sul territorio di Levico Terme. La strada, per raggiungerla, è stata liberata e i vigili del fuoco volontari si sono portati immediatamente sul posto per verificare la presenza di danni causati dalla pioggia.

 

E' stata controllata la copertura che la struttura all'interno. Questo ha permesso di trovare una infiltrazione che è stata immediatamente sanata evitando, in questo modo, danni ben più gravi.

 

La chiesa si trova a circa 30 minuti dal centro di Levico, ed è dedicata a San Biagio Vescovo di Sebaste in Armenia il cui martirio risalirebbe al 316. In passato era meta di pellegrinaggi.  E' una costruzione trecentesca, ampliata nelle forme architettoniche attuali nel 1506.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 maggio - 16:57

Il video lanciato da Visit Valsugana con tanto di logo ufficiale ''Trentino'' è al limite dell'offensivo e potrebbe apparire a più di un potenziale turista come discriminatorio. Invece che raccontare le bellezze della propria terra si preferisce usarle per dei paragoni in negativo che non rendono giustizia a quanto tutti (lombardi compresi) possono trovare in Valsugana 

31 maggio - 15:36
Resta stabile il numero dei ricoveri, 16 pazienti nelle strutture ospedaliere del sistema trentino e 3 persone in terapia intensiva a Rovereto. I tamponi analizzati sono stati 1.910 (1.537 letti da Apss e 373 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,05% di test positivi
31 maggio - 11:31

Alla manifestazione hanno partecipato oltre 200 persone per chiedere la fine delle restrizioni, imposte per contenere il diffondersi del coronavirus, e per protestare contro l’obbligo dei vaccini. Ma tra slogan e complottismo saltano tutte le regole anti-contagio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato