Contenuto sponsorizzato

Mostra la pistola alla famiglia dopo il pranzo di Pasqua, gli parte un colpo e colpisce in pancia la moglie

E' successo nel feltrino. Una famiglia si era riunita nella casa di montagna per il tradizionale pranzo pasquale. Alla fine del pasto sono usciti per vedere la pistola detenuta illegalmente e si è sfiorata la tragedia

Pubblicato il - 03 April 2018 - 12:26

FELTRE. Dopo il pranzo di Pasqua ha invitato i suoi ospiti in cortile per mostrar loro la sua pistola monocolpo da 6 millimetri ed è finita come spesso finisce in queste occasioni: un colpo parte per sbaglio e il divertimento si trasforma in tragedia. Siamo a Cargnel di Sovramonte nel feltrino (la notizia arriva dal nostro quotidiano partner Bellunopress). Una famiglia, domenica, si è riunita nella casa di montagna per il pranzo pasquale.

 

Dopo la tradizionale mangiata si sono alzati da tavola e un uomo, un feltrino, ha tirato fuori una pistola di piccolo calibro, detenuta illegalmente e ha invitato tutti all'esterno per mostrarla loro. Circondati da boschi e campagna poteva sembrare un proposito divertente e invece è avvenuto quello che spesso, troppo spesso, accade con le armi. Un colpo, l'unico contenuto nella pistola, è partito colpendo alla pancia la moglie dell'uomo.

 

Immediatamente è scattato l'allarme ed è stata chiamata un'ambulanza che ha portato all'ospedale di Feltre la donna che fortunatamente non è in pericolo di vita anche se è stata sottoposta a un intervento chirurgico. Sul posto i carabinieri di Lamon che hanno accertato come non ci sia stata la volontarietà di sparare da parte dell'uomo che comunque è agli arresti domiciliari per detenzione illegale di arma da fuoco e lesione personale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato