Contenuto sponsorizzato

Mostra la pistola alla famiglia dopo il pranzo di Pasqua, gli parte un colpo e colpisce in pancia la moglie

E' successo nel feltrino. Una famiglia si era riunita nella casa di montagna per il tradizionale pranzo pasquale. Alla fine del pasto sono usciti per vedere la pistola detenuta illegalmente e si è sfiorata la tragedia

Pubblicato il - 03 aprile 2018 - 12:26

FELTRE. Dopo il pranzo di Pasqua ha invitato i suoi ospiti in cortile per mostrar loro la sua pistola monocolpo da 6 millimetri ed è finita come spesso finisce in queste occasioni: un colpo parte per sbaglio e il divertimento si trasforma in tragedia. Siamo a Cargnel di Sovramonte nel feltrino (la notizia arriva dal nostro quotidiano partner Bellunopress). Una famiglia, domenica, si è riunita nella casa di montagna per il pranzo pasquale.

 

Dopo la tradizionale mangiata si sono alzati da tavola e un uomo, un feltrino, ha tirato fuori una pistola di piccolo calibro, detenuta illegalmente e ha invitato tutti all'esterno per mostrarla loro. Circondati da boschi e campagna poteva sembrare un proposito divertente e invece è avvenuto quello che spesso, troppo spesso, accade con le armi. Un colpo, l'unico contenuto nella pistola, è partito colpendo alla pancia la moglie dell'uomo.

 

Immediatamente è scattato l'allarme ed è stata chiamata un'ambulanza che ha portato all'ospedale di Feltre la donna che fortunatamente non è in pericolo di vita anche se è stata sottoposta a un intervento chirurgico. Sul posto i carabinieri di Lamon che hanno accertato come non ci sia stata la volontarietà di sparare da parte dell'uomo che comunque è agli arresti domiciliari per detenzione illegale di arma da fuoco e lesione personale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

12 luglio - 20:06

C’è sconcerto tra i segretari di Cgil, Cisl e Uil che, durante l’audizione in prima commissione del Consiglio provinciale, hanno appreso che la manovra di fatto prevede tagli al bilancio provinciale per 100 milioni di euro sul 2020 e per 200 milioni di euro sul 2021

12 luglio - 18:02

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. La Pat: "Rispetto a ieri migliorano decisamente i dati riferiti al contagio a Covid-19 in Trentino". In Alto Adige sono stati registrati 5 casi di nuova positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato