Contenuto sponsorizzato

Orrido di Ponte Alto, questa volta resta bloccato un pullman. E' il quarto caso in due settimane

Sta diventando un'abitudine quella di trovare mezzi pesanti o roulotte incastrate tra il ponte e i curvoni di via Alla Cascata che scende da Povo. Questa volta è toccato a un pullman di turisti

Pubblicato il - 17 August 2018 - 13:24

POVO. Questa volta è toccato a un pullman rimanere incastrato sabato scorso a una roulotte, pochi giorni prima a un tir e due settimane fa ancora a una roulotte. Il Ponte Romano di Ponte Alto sta diventando un incubo per turisti e residenti.

 

Inserito, evidentemente, nelle mappe dei navigatori come strada di accesso alla Valsugana nelle ultime due settimane è rimasto bloccato per almeno 4 volte perché dei mezzi sono rimasti incastrati o per passare sullo stretto ponte che permette di scavalcare l'Orrido di Ponte Alto (il caso delle due roulotte che, una volta sganciate dal veicolo che le trainava sono state raddrizzate a mano e fatte scivolare fuori dagli stretti parapetti in pietra) oppure ancor prima, all'altezza del cavalcavia della ferrovia, troppo basso per pullman e camion.

 

 

E in questi casi la faccenda diventa davvero molto complicata. Nel caso del tir dell'altro giorno c'erano volute un'autogrù e un secondo mezzo dei vigili del fuoco e sei ore di lavori per liberare il mezzo pesante. Questa volta è toccato a un pullman di turisti accorgersi che il navigatore invece che portarli in Valsugana  li aveva condotti in quello che per loro si è rivelato essere un vicolo cieco a tutti gli effetti.

 

Arrivati all'ultimo curvone non hanno potuto far altro che fermarsi e scendere tutti dal mezzo, rimasto bloccato tra un cavalcavia insuperabile e una strada che non permette facili manovre. Alla fine il pullman è riuscito a divincolarsi anche se il traffico è rimasto in tilt per diversi minuti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 March - 05:01

E' il Trentino il territorio che ha registrato in Italia il maggior eccesso di mortalità nel periodo ottobre-dicembre 2020 (+65,4%). Su tutto l'arco dell'anno, invece, la Provincia di Trento è seconda solamente alla Lombardia, con un 29,9% in più rispetto al 36,6% registrato dal vicino lombardo

 

05 March - 18:48

Le scuole continuano con il solito percorso con le superiori al 50% in presenza. Il presidente Fugatti: "Il livello del contagio è importante, compreso quello tra i giovani. I dati in generale comunque non ci lasciano indifferenti, serve ancora maggiore serietà nell'osservare quanto avviene giorno per giorno"

06 March - 08:27

Sono stati evacuati anche alcuni appartamenti della cooperativa Villa Maria che si trovavano nel condominio. Le persone sono state portate nel centro diurno di Volano. "L'edificio - ha spiegato il sindaco - non dovrebbe avere problemi dal punto di vista statico ma faremo delle attente verifiche"

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato