Contenuto sponsorizzato

Orrido di Ponte Alto, questa volta resta bloccato un pullman. E' il quarto caso in due settimane

Sta diventando un'abitudine quella di trovare mezzi pesanti o roulotte incastrate tra il ponte e i curvoni di via Alla Cascata che scende da Povo. Questa volta è toccato a un pullman di turisti

Pubblicato il - 17 agosto 2018 - 13:24

POVO. Questa volta è toccato a un pullman rimanere incastrato sabato scorso a una roulotte, pochi giorni prima a un tir e due settimane fa ancora a una roulotte. Il Ponte Romano di Ponte Alto sta diventando un incubo per turisti e residenti.

 

Inserito, evidentemente, nelle mappe dei navigatori come strada di accesso alla Valsugana nelle ultime due settimane è rimasto bloccato per almeno 4 volte perché dei mezzi sono rimasti incastrati o per passare sullo stretto ponte che permette di scavalcare l'Orrido di Ponte Alto (il caso delle due roulotte che, una volta sganciate dal veicolo che le trainava sono state raddrizzate a mano e fatte scivolare fuori dagli stretti parapetti in pietra) oppure ancor prima, all'altezza del cavalcavia della ferrovia, troppo basso per pullman e camion.

 

 

E in questi casi la faccenda diventa davvero molto complicata. Nel caso del tir dell'altro giorno c'erano volute un'autogrù e un secondo mezzo dei vigili del fuoco e sei ore di lavori per liberare il mezzo pesante. Questa volta è toccato a un pullman di turisti accorgersi che il navigatore invece che portarli in Valsugana  li aveva condotti in quello che per loro si è rivelato essere un vicolo cieco a tutti gli effetti.

 

Arrivati all'ultimo curvone non hanno potuto far altro che fermarsi e scendere tutti dal mezzo, rimasto bloccato tra un cavalcavia insuperabile e una strada che non permette facili manovre. Alla fine il pullman è riuscito a divincolarsi anche se il traffico è rimasto in tilt per diversi minuti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 06:01

Sono 35 le aziende che in queste ultime tre settimane hanno scelto di sottoporre i propri dipendenti al test sierologico. Azelio De Santa: "Le aziende investono su questo strumento di indagine, ed è giusto che ricevano un riscontro efficiente da parte dell'Azienda sanitaria. Nella fase-2 e nella fase-3, infatti, l'obiettivo sarà quello di localizzare velocemente i focolai e gestirli in modo veloce e efficace. Serve chiarezza"

30 maggio - 11:20

Il corpo dell’uomo classe 1942 è stato ripescato dalle acque del lago di Garda, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri l’episodio sarebbe riconducibile a un omicidio-suicidio

30 maggio - 10:34

E' obbligatorio che le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio, teli, stuoie) siano distanziate di almeno un metro e mezzo.  L'attrezzatura consegnata ai propri clienti dai gestori di esercizi pubblici posti sulla spiaggia pubblica dovranno essere disinfettati a ogni cambio di persona o nucleo famigliare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato