Contenuto sponsorizzato

Passo Rolle, sabotata una seggiovia. Il presidente: ''E' successo nell'unica notte senza personale sulle piste''

Rimane aperto l'impianto Cimon. La riapertura dell'impianto Ferrari non è stata ancora decisa. Serviranno dei lavori, non semplici, di sostituzione di un intero cavo

Pubblicato il - 01 dicembre 2018 - 20:19

PASSO ROLLE. E' stato tagliato un cavo, per questo si tratterebbe di un vero e proprio sabotaggio e gli inquirenti stanno seguendo questa pista. E' rimasto chiuso, quest'oggi, l'impianto Ferrari del Passo Rolle. Qualcuno nella notte tra ieri e oggi ha pensato bene di spezzare uno dei fili metallici che compongono la fune, il cavo sul quale si appoggia la seggiovia e che la trasporta in quota o meno.

 

Il tutto, praticamente, alla vigilia dell'apertura degli impianti fissata per questa mattina. Ancora adesso, chiamando il numero delle piste, la segreteria spiega che sono gli impianti Cimon e Ferrari perché tutto era pronto per il via ufficiale alla stagione ma al mattino, poco prima del via, durante il giro di prova, un macchinista si è accorto che qualcosa non andava e ha fermato tutto.

 

"Grazie alla formazione del personale - ha spiegato il presidente della società Giacobbe Zortea - ci si è subito accorti del danno e l'impianto in fase di partenza è stato immediatamente fermato, scaricato e chiuso subito. Sono stati poi avvisati i carabinieri".

 

Al momento non ci sono presunti colpevoli. "Sembra essere stato proprio un dispetto - continua Zortea - ma la società è giovane e io sono presidente da agosto e non ci sono remore riconducibili a noi". 

 

Non si conosce ad ora per quanto tempo l'impianto Ferrari rimarrà chiuso. Occorre sostituire un intero cavo e il lavoro da fare non è semplice.  Al momento è aperto l'impianto Cimon. "Speriamo che i turisti vengano a usare questo impianto - conclude il presidente - perché siamo in una bella località e non si merita queste cose''.

 

I carabinieri, intanto, stanno indagando per cercare di capire cosa possa essere successo e in questo senso possono diventare utili webcam e impianti di videosorveglianza

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 19:20

La situazione si complica in Val di Cembra dove i contagi continuano a salire, soprattutto a Palù dove il 14 è coinciso con la ricorrenza del patrono. Si contano 79 nuovi casi a Trento e poi seguono Pergine, Arco, Lavis, Rovereto e Levico Terme 

28 febbraio - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

28 febbraio - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato